Futuro Milan, parla Fassone: “Senza Champions via un top player ma il progetto è serio”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
fassone

Futuro Milan, ecco gli scenari possibili

Il futuro del Milan rimane avvolto nel “mistero” dopo un’estate di grandi colpi di mercato e di speranze per il rilancio immediato del club rossonero. Sono tanti i dubbi che hanno accompagnato le operazioni di mercato condotte in questi mesi dal Milan e dalla sua nuova proprietà cinese: dubbi che, però, ancora una volta sono stati spazzati via dall’Amministratore Delegato del club Marco Fassone che ha voluto chiarire quali saranno le prossime mosse della società in vista anche degli adempimenti economici che dovranno essere pianificati con attenzione dal club.
In casa rossonera la parola d’ordine in questa fase è serenità: la società in estate ha lavorato tanto ( in termini di esborsi) ma con la consapevolezza di rientrare, anche in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League, nei limiti previsti dal Fair Play Finanziario. Lo ha spiegato Marco Fassone in una intervista rilasciata all’Observer nella quale l’AD del Milan ha fatto il punto sul futuro del club rossonero.

Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto

Futuro Milan, ecco gli scenari possibili

“Ho presentato alla Uefa un piano più ‘conservativo’, che mostra i progressi anche se il club resterà fuori dalla Champions per la prossima stagione. In quel caso, il mio investimento nel mercato non potrà essere elevato e possibilmente dovremo considerare l’ipotesi di cedere un nostro top player. La società vuole arrivare in Champions League ma dobbiamo essere preparati nel caso non succeda. La Champions è la vita di un club, specialmente in Italia perché i ricavi sono realmente impressionanti. Siamo fortunati perché questa è la prima stagione dove l’Italia avrà quattro club quindi l’obiettivo è difficile, ma non impossibile.”

Sullo sfondo rimane anche la questione relativa al prestito da restituire al fondo Elliott che potrebbe diventare, in caso di insolvenza da parte dei nuovi proprietari del Milan, il nuovo soggetto controllore della società rossonera. “Stiamo già lavorando per rimborsare il prestito ad Elliot  e lo faremo molto presto, possibilmente all’inizio del 2018. Nella peggiore delle ipotesi ( nel caso in cui non si riuscisse a pagare ndr)  e lo dico perché molti tifosi ed investitori me lo chiedono di continuo, vorrebbe dire che ad ottobre 2018 il proprietario del Milan diventerebbe Elliott”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: