Mercato Inter, è ufficiale l’arrivo in prestito di Cancelo

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

Completato lo scambio di prestiti: Cancelo all’Inter e Kondogbia al Valencia

L’Inter mette a segno un altro colpo di mercato, si tratta del terzino portoghese Joao Cancelo proveniente dal Valencia e inserito nell’affare che ha portato il centrocampista francese Kondogbia in Spagna. I due sono andati in prestito alle rispettive squadre con diritto di riscatto fissato intorno ai 30 milioni per il primo e sui 25 milioni per il secondo. Cancelo, dopo aver superato nella giornata di ieri le visite mediche e aver firmato il contratto, si è presentato oggi alla Pinetina dove ha svolto la sua prima seduta di allenamento agli ordini di Luciano Spalletti.
L’Inter si era già interessata in passato al giocatore, quando questi giocava nelle giovanili del Benfica, ma l’affare non andò in porto, ma i colori nerazzurri erano nel destino del ventitreenne portoghese, che si è detto felice di essere approdato a Milano sponda Inter.

Leggi anche:  Serie A, Genoa-Fiorentina le probabili formazioni: out Caicedo, c'è Ekuban

Probabilmente il tecnico interista non lo schiererà titolare nella delicata partita con la Roma di sabato prossimo, così come Dalbert, altro neo acquisto dell’Inter, perchè i due dovranno ambientarsi e imparare bene ciò che chiede Spalletti; il calcio italiano per i due laterali è un’esperienza nuova e dovranno lavorare molto sull’aspetto tattico. A tal proposito, guardando il profilo nel dettaglio, Cancelo avrà da imparare molto soprattutto a livello difensivo.
Il laterale portoghese, nato a Barreiro il 27 maggio del 1994, avrà il numero 7, che all’Inter fu in epoca recente di un grande campione, anch’egli portoghese, Luis Figo; una maglia pesante da indossare perchè, anche se Figo arrivò in nerazzurro già in fase calante, dopo aver strabiliato il Camp Nou con il Barcellona e il Bernabeu con il Real Madrid, ha fatto ottime prestazioni anche al Meazza portando a casa anche alcuni trofei, tra cui 4 scudetti. Cancelo al Valencia in 3 anni ha collezionato 91 presenze arricchite da 4 gol e 9 assist, aumentando il suo valore (il Valencia lo aveva acquistato per 16 milioni) e l’affetto dei tifosi del Mestalla, senza dimenticare la conquista di una maglia nella sua Nazionale.

Leggi anche:  Raiola alla Rai: "Pogba, ritorno alla Juve assolutamente possibile"

Come già sottolineato, Cancelo è un laterale basso ma ha grandi capacità offensive e può essere avanzato anche a esterno di centrocampo. Si dice abbia una grande tecnica e sia molto forte sia nelle sovrapposizioni che negli inserimenti, oltre ad essere molto utile in fase di contrasto. Il punto debole è la fase difensiva, come diversi opinionisti e osservatori hanno ricordato (a riguardo è stato molto esplicito l’ex milanista Costacurta), ma chi lo conosce bene concorda nell’affermare che l’Inter abbia fatto la scelta giusta e che questa esperienza possa essere di grande aiuto per Cancelo per ciò che riguarda l’aspetto della difesa. Non deve essere un caso se l’Inter ha superato la concorrenza di squadre come Juventus e Tottenham, il quale aveva offerto 30 milioni, rifiutati perchè Marcelino voleva a tutti i costi Kondogbia e per averlo sapeva di dover sacrificare Cancelo.
Presto vedremo il calciatore all’opera con la maglia dell’Inter e il campionato di Serie A ci dirà se è stata una scelta azzeccata da parte della società nerazzurra e se il ragazzo sarà maturato dove è più vulnerabile.

  •   
  •  
  •  
  •