Mercato Juventus, il giorno di Howedes e per il centrocampo si guarda… in casa

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui


Manca solo l’ufficialità, ma Benedikt Howedes ad ore dovrebbe essere un nuovo difensore della Juventus. A dare l’ufficialità è stato del resto lo stesso connazionale Sami Khedira in un’intervista alla Bild. Bandiera dello Schalke 04, nonché campione del mondo 2014, il 29enne di Haltern sarà il rinforzo per la retroguardia nel mercato Juventus. Giocatore eclettico, Howedes – rifiutato il Liverpool per vestire bianconero – nasce centrale difensivo ma è in grado di giostrare anche da terzino ricoprendo tutti i ruoli di una difesa a quattro, una figura polivalente che farebbe proprio al caso di Massimiliano Allegri che, stando sempre alle voci di mercato, dovrebbe perdere Asamoah in direzione Turchia, col Galatasaray pronto a sborsare circa 5 milioni di euro per il 28enne terzino ghanese che i bianconeri però sono pronti a liberare solo in possesso di un’adeguata alternativa. E visti i problemi per arrivare a Leonardo Spinazzola, anche se il laterale ha chiesto con un post quasi di commiato su Instagram all’Atalanta di poter lasciare Bergamo per tornare a Torino, Howedes sembra il profilo ideale per blindare la difesa. L’affare-Howedes dovrebbe aggirarsi su una una cifra complessiva di 15 milioni di euro: 3 subito per il prestito e 12 per il riscatto che diventerebbe obbligatorio al raggiungimento di un certo numero di presenze.

Leggi anche:  Verona-Roma, probabili formazioni: ritorna Zaniolo

Alla fine del mercato Juventus mancano però ancora due giorni e non è escluso che entro le 23 del 31 agosto i bianconeri non cerchino il colpo last minute. Il reparto sotto osservazione resta il centrocampo, anche se nella testa di Allegri e dirigenti bianconeri sta prendendo sempre più corpo l’idea di guardare in casa. Nessun colpo visto che le piste Emre Can del Liverpool e N’Zonzi del Siviglia si sono chiuse, quella Strootman dalla Roma resta aperta ma molto complicata e quella di Andrè Gomes dal Barcellona sarebbe percorribile solo se i catalani accettassero un prestito con diritto di riscatto. Ecco allora salire le quotazioni di…Rodrigo Bentancur, il 20enne uruguaiano prelevato dal Boca Juniors.

Il ragazzo ha bisogno di crescere ma il potenziale c’è e Allegri sta coccolando il nazionale sudamericano perché in lui intravede il Dna del campioncino. Di Bentancur si sono sempre sottolineate le qualità tecniche e la visione di gioco, vedendo anche i limiti in un fisico ancora da formare e non proprio da “battaglia”. Ma sono bastati 15′ a Genoa nel successo 4-2 del Marassi per scorgere la grinta e il temperamento del centrocampista cresciuto nel Penarol. Magari una scommessa, soprattutto ora che la Juventus deve fare i conti con lo stop di Claudio Marchisio ai box per circa un mese, ma potrebbe essere anche l’intuizione giusta.

  •   
  •  
  •  
  •