Sciopero Serie C. A rischio la prima giornata di campionato

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui
lega pro

Lega Pro, le parole dei protagonisti del girone C

A quattro giorni dall’inizio del campionato di Lega Pro, l’esordio stagionale delle 57 squadre potrebbe saltare. Il motivo è lo stato di agitazione confermato proprio nella giornata di ieri dall’Associazione Italiana Calciatori (AIC), protagonista di uno scontro con la Lega di serie C guidata dal presidente Gabriele Gravina. Una tensione, quella di rinviare la prima giornata di campionato, che era rientrata e poi si è nuovamente acuita negli ultimi giorni e addirittura si va verso la definita rottura.

I motivi del disaccordo tra le due parti sono diversi ma quello principale riguarda il numero degli over, cioè calciatori nati prima del 1995, che è possibile inserire in rosa. Il presidente del sindacato dei calciatori AIC Damiano Tommasi a nome degli scritti contesta fortemente la modifica decisa dalla Lega: da quest’anno, infatti, a differenza che nella passata stagione, non sarà più possibile inserire la squadra 16 over ma soltanto 14. L’AIC su questo punto non vuole sapere più nulla neanche quando le viene chiesto di spalmare la riforma nell’arco dei prossimi anni. Ed è proprio il cambiamento repentino della norma la causa diretta dello sciopero.

Leggi anche:  Dove vedere Milan-Venezia, streaming e diretta Tv

Secondo l’AIC della disoccupazione di numerosi calciatori professionisti che militavano in serie C e che ora si troverebbero senza squadra a causa del limite numerico imposto per favorire la crescita dei calciatori più giovani. Un altro motivo di contestazione, su cui, però pare possibile trovare un punto di incontro, riguarda gli stipendi, con il limite per i pagamenti inizialmente fissato per giugno e poi spostato a settembre. Ancora l’Assocalciatori non è arrivata a nessuna conclusione della vicenda, ma ha solo confermato lo stato di agitazione.

Una stretta finale e la risoluzione o rinvio si potrebbero verificare nella riunione del 24 agosto. Per ora la possibilità che la prima giornata salti sono molto alte ma per sapere come andrà a finire bisognerà attendere ancora qualche ora. Intanto la decisione andrebbe presa subito perchè ci sono squadre che sono costrette a pagare le penale per le prenotazioni degli alberghi per le trasferte. La prima giornata di campionato quindi si potrebbe trasformare in un danno più che in un buon inizio.

Leggi anche:  La Serie B aderisce alla Settimana europea dello sport lanciata dalla Commissione Europea

Se casomai dovesse saltare la prima giornata, si partirebbe quasi probabilmente, direttamente dalla seconda giornata prevista per sabato 2 settembre, con i primi incontri che saranno rinviati a data da destinarsi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: