Sorteggi Champions League: Napoli contro City, Feyenoord e Shakhtar

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

 

Martens del Napoli in esultanza da gol

L’attesissimo giorno dei sorteggi è arrivato, le urne hanno fatto il proprio lavoro e i gironi sono stati decisi. Due figure d’eccezione hanno presidiato le urne di Montecarlo, due storiche figure del calcio: Francesco Totti ed Andrij Shevchenko. Il Napoli è stato sorteggiato nel gruppo F, insieme a Manchester City, Shakhtar Donetsk e Feyenoord.

La squadra di Sarri, dopo essere arrivata terza nello scorso campionato italiano, si è ritrovata a dover affrontare la fase a gironi, fortunatamente soltanto una delle tre. In questa fase i ragazzi di Sarri si sono ritrovati i francesi del Nizza, con Balotelli e Snejder nella rosa, che però sul campo hanno asfaltato senza alcun problema, in due gare. Entrambi gli incontri si sono conclusi 2-0. Grazie a queste due partite l’intera Italia ed Europa hanno potuto apprezzare il bel gioco dei napoletani, impostato da Sarri, che a sua volta si fa sempre più spazio nella lista dei grandi allenatori. Questo mercato estivo non ha ancora portato a grandi acquisti, Sarri e De Laurentis hanno tenuto i loro grandi giocatori, rinnovando i contratti esistenti e migliorandone l’ingaggio. Il Napoli, ad oggi, ha acquistato Mario Rui dalla Roma, Ounas del Bordeaux, Zapata dell’Udinese e Zuniga dal Watford.
Adesso si attendono novità in seguito ai sorteggi, vedremo se la società ritiene opportuno continuare con la rosa attuale oppure portare qualche rinforzo, anche se De Laurentis la scorsa settimana ha dichiarato di voler portare Federico Chiesa a Napoli in caso di passaggio del turno, quindi il mercato del Napoli non è chiuso. Intanto i tifosi e tutto l’ambiente sembrano essere sereni, considerando sia i risultati della fase a girone di Champions che della prima di campionato.

Leggi anche:  Copa Libertadores, semifinale d’andata: deludente 0-0 tra Palmeiras e Atlético Mineiro

Analizzando il girone del Napoli, la squadra più temibile è indubbiamente il Manchester City, guidato da Josep Guardiola. E’ risaputo che i Citizens sono ben organizzati e sono una squadra fortissima e ben piazzata. C’è però anche da aggiungere che nonostante ciò i risultati in questa competizione non sono entusiasmanti. Nell’anno 2015/16 la squadra è giunta in semifinale, nei due anni precedenti  si sono fermati agli ottavi, mentre nel 2012/13 sono stati eliminati nella fase a gironi. Concludiamo sottolineando che il Manchester City non ha mai vinto la UCL. In ogni caso, sarà alquanto temibile per via di Tourè, Sterling, Aguero, Bravo, Nasri ed altri ancora. Nel ranking Uefa 2015/1016 è alla posizione 11.
La seconda squadra del girone più dura da battere è il Feyenoord, squadra olandese della Eredivisie. Anche se negli ultimi anni non è rientrata nei top club europei ha comunque il suo buon organico e progetti ambiziosi, oltre che a fare bene  nelle competizioni europee. Nel proprio palmares c’è 1 Champions League, 2 Coppa Uefa ed 1 Intercontinentale. Negli ultimi anni è stato eliminato sempre nelle fasi preliminari, retrocedendo in Europa League. Nel ranking Uefa 2015/2016 figura alla posizione 102. Terza ed ultima squadra da affrontare nel girone è lo Shakhtar Donetsk, squadra ucraina che, nonostante il suo piccolo riesce sempre a dare il meglio di sé, facendosi temere durante tutta la competizione. Quest’anno disputerà la sua diciottesima presenza in Champions League, anche se non ne ha mai vinta una, nel palmares c’è soltanto una Coppa Uefa. Attualmente figura al 21° posto nel anking Uefa dell’anno 2015/2016. In UCL, la squadra si è sempre fermata alle fasi preliminari o a gironi, soltanto nel 2010/2011 ai quarti e nel 2014/2015 agli ottavi.

Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto

In conclusione possiamo affermare che il Napoli ha un organico di alto livello, un allenatore che non si lascia intimorire da nessuna squadra, che ad oggi ha già fatto un gran lavoro e che attualmente ha le redini in mano e può arrivare a raggiungere qualsiasi risultato con i propri uomini. Un Napoli che negli ultimi anni è risalito sempre più in alto, risultando come un avversario scomodo. In questo girone non sarà facile per nessuno affrontare il Napoli che, considerando tutti gli elementi a disposizione, avrà modo di chiudere la fase in testa al girone.

  •   
  •  
  •  
  •