Abbonamenti Serie A: Milan, è boom! La Juve riempe l’Allianz. Ok la Roma del dopo-Totti e c’è una sorpresa…

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
abbonamenti Serie A

abbonamenti Serie A

Cominciano a uscire i primi dati relativi agli abbonamenti sottoscritti dalle squadre di Serie A. Le campagne abbonamenti non sono ancora chiuse e i dati di tessere venduti sono già superiori a quelle della stagione scorsa, come riporta la Gazzetta dello Sport. Il merito è della Juventus che ha saputo confermare i dati, della Roma post-Totti, ma soprattutto del nuovo Milan e della neopromossa SPAL.

MILANO RITROVATA – Come si poteva pensare, il Milan è il club che ha venduto più abbonamenti, frutto anche di una passione ritrovata dai tifosi a fronte di una campagna acquisti faraonica, di quelle che non si vedevano da tempo. 31 mila abbonamenti già venduti a fronte dei 16.441 della stagione 2016/2017. E in società puntano ad arrivare almeno fino a 35 mila. Il tempo per farlo c’è, visto che i botteghini rossoneri rimarranno aperti fino al 14 settembre.Anche l’Inter procede bene: senza coppe sarebbe comunque introno ai 31 mila abbonati. Effetto Spalletti?

Leggi anche:  Valencia-Milan, streaming e diretta tv: dove vedere amichevole

JUVE, ROMA, LAZIO OK – La Juventus ha saputo riconfermarsi. 29 mila abbonamenti sottoscritti proprio come lo scorso anno e Allianz Stadium riempito anche per questa stagione. Chi poteva pensare magari che dopo Cardiff qualcuno avrebbe abbandonato la nave, si è sbagliato di grosso.
Anche la Roma è stata una piacevole sorpresa: molti si sarebbero aspettati un calo visto che il loro Capitano ha deciso di dire basta, ma così non è stato. Forse l’acquisto di Schick in extremis soffiato a Inter e Juventus ha dato la carica in più per superare gli abbonamenti venduti lo scorso anno. Giallorossi a quota 20 mila e un po’.
Anche Lotito può tirare un sospiro di sollievo: mentre l’anno scorso gli abbonati della Lazio erano solo 5 mila, quest’anno sono già il doppio.

Leggi anche:  Mercato Fiorentina, il regista adesso è un "caso"

SPAL SORPRESA – I lavori di ristrutturazione dello stadio eseguiti rapidamente hanno permesso di vendere il doppio degli abbonamenti venduti l’anno scorso in Serie B. Nonostante i prezzi esorbitanti di inizio anno esposti dalla Spal (che avevano suscitato non poche proteste ed erano poi stati ridotti), i tifosi hanno risposto alla grande alla richiesta di sostegno in questo primo anno di A.
Gli unici abbonamenti in calo sono quelli di Fiorentina e Sassuolo che però hanno deciso di prolungare il periodo di acquisto delle tessere.

  •   
  •  
  •  
  •