Atletico Madrid – Chelsea, Simeone sfida Conte. Il primo confronto in Pisa-Lecce del 1990

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui

La sfida di Champions League di questa sera che vedrà in campo l’Atletico Madrid e il Chelsea, nello strepitoso palcoscenico dello stadio Wanda Metropolitano,  sarà l’occasione per vedere a confronto due grandi allenatori, l’argentino Diego Pablo Simeone Antonio Conte.

I due si sono trovati l’uno contro l’altro anche nelle loro rispettive carriere da calciatori. La prima volta, fu un Pisa – Lecce, nel 1990. Il primo, Simeone, era nel suo anno di esordio nel campionato italiano con la maglia dei nerazzurri toscani mentre Conte giocava nella squadra dove è nato e cresciuto, il Lecce. Da allora la carriera di entrambi è stata piuttosto movimentata. Conte nel 1992 passa alla Juventus, guadagnandosi l’affetto della tifoseria bianconera in pochissimo tempo nonché la prima convocazione in nazionale. Nel 1997, l’argentino passa all’Inter, dove diviene uno dei beniamini dei tifosi interisti per carattere e temperamento. Una vittoria per parte in due confronti nel derby d’Italia. Il “Cholo” trionfa il 4 gennaio 1998 a S.Siro, mentre il salentino è protagonista nella sfida scudetto vinta dai bianconeri 1-0, quella del rigore non concesso a Ronaldo.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?

Simeone un anno e mezzo dopo lascia l’Inter e passa alla “super” Lazio di Cragnotti dove segna il gol partita, a Torino il 1 aprile 2000 contro la Juve che lancia i laziali verso il Tricolore. Si sfideranno in campo, fino al 2003 quando l’argentino decide di chiudere il percorso da giocatore all’Atletico, iniziando poi ad allenare in Argentina. Conte invece, dopo 13 anni di Juventus, lascia il calcio giocato a soli 33 anni, nel maggio del 2004. Da allenatore si farà notare a Bari e a Siena, dove stravince due campionati di Serie B, nel 2009 e 2011, portando poi la sua amata “Vecchia Signora” ad una rifondazione tecnica totale, dalla panca, fatta di tre scudetti, e due supercoppe italiane. Poi l’inaspettato divorzio e l’avventura in nazionale, dove conferma gli azzurri tra le migliori otto nazioni d’Europa, nella rassegna continentale.

Leggi anche:  Primera División argentina, 11° turno: il River Plate sale al terzo posto

Conte sposa il progetto tecnico del Chelsea, e lo riporta alla vittoria in Premier League, dall’undicesimo posto, dell’annata precedente e quindi a giocare, conseguentemente, questa sera, e a sfidare il rivale di mille battaglie, stavolta in campo. Simeone, non si è mosso dall’Atletico dal 2011/2012 in poi e il suo gioco, ha riportato in bacheca quei trionfi attesi per anni, Liga, coppa del Re e Supercoppa, nonchè a sfiorare il successo europeo per due volte. I due sono sfidanti veri, su come comportarsi su un giocatore forte, il brasiliano spagnolo, Diego Costa, i rapporti con Conte, nonostante tanti gol, sono stati pessimi, tanto che il leccese, lo ha cacciato quest’estate dai bleus, via sms, mentre Simeone lo ha riabbracciato in toto, facendo però spendere al proprio presidente ben 6o milioni di Euro. Il numero 19, questa sera non sarà in campo, poichè il suo trasferimento non sarà effettivo, prima di Gennaio 2018, per via del blocco del mercato imposto all’Atletico.

  •   
  •  
  •  
  •