Benevento Inter: chi sarà il trequartista?

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

benevento interTutto pronto, o quasi, per Benevento Inter, dove l’unico nodo da sciogliere per Luciano Spalletti è quello del trequartista. Ci sono 4 candidati in lizza, chi prenderà il posto più ambito? La scelta è tutt’altro che semplice e il tecnico toscano, che ha comunque 2 calciatori in quel ruolo, potrebbe scegliere di trasformare qualcun’altro della sua rosa in un rifinitore, utilizzando il match contro il Benevento per fare esperimenti.

Durante la settimana si era parlato di un possibile impiego di Candreva come trequartista, idea però subito abortita da Spalletti che intende lasciare l’ex laziale sulla fascia e non caricare di troppe responsabilità il giovane Karamoh, gioiellino nerazzurro che però deve crescere per bene. L’idea infatti era quella di spostare il francese sulla fascia e Candreva al centro, soluzione ricca di fascino ma senza dubbio rischiosa che potrebbe tornare in voga qualora i 4 candidati ufficiali non riescano a esprimersi al meglio. Vediamo quindi quali sono, e perché, i 4 che Spalletti sta esaminando:

Leggi anche:  Sampdoria, D’Aversa: “Ottime prestazione, ma dobbiamo ragionare sugli errori commessi”

Brozovic: il croato potrebbe essere riconfermato nel ruolo di trequartista. Si tratterebbe di un adattamento, visto che principalmente Brozovic gioca a centrocampo, anche se ha più volte dimostrato, partita contro il Genoa inclusa, di non disdegnare il ruolo di trequartista, mostrando una buonissima intesa con il connazionale Perisic e andando anche vicinissimo al gol.

Joao Mario: è l’oggetto misterioso di questa Inter. Arrivato l’anno scorso durante la gestione De Boer con in tasca il titolo di campione europeo vinto con il Portogallo, pagato ben 40 milioni di euro, è forse il calciatore meno in forma dei 4 possibili titolari, nonostante il nome risonante e i titoli vinti il portoghese quasi sicuramente non scenderà in campo. Veramente una grossa delusione per tifosi e tecnici (Spalletti incluso) che avevano fortemente puntato su di lui dopo ciò che aveva fatto vedere agli europei. Grosso neo della gestione Suning e di Ausilio.

Leggi anche:  Serie C, Foggia-Juve Stabia 1-1: a Panico risponde Nicoletti

Borja Valero: voluto fortemente da Spalletti in estate lo spagnolo si è rivelato un calciatore duttile, in grado di giocare sia come trequartista che come mediano. Purtroppo l’intesa con le punte è ancora lontana ma l’apporto che Borja da alla squadra è fuori discussione. Spalletti lo farà giocare come mediano contro il Benevento al posto di Vecino accanto a Gagliardini.

Eder: si tratta del più in froma dei 4, calciatore che all’Inter non è ancora esploso ma che si è fatto sempre trovare pronto nel momento del bisogno. Certo si tratterebbe di un adattamento, passando dall’essere il vice Icardi al ruolo di treqaurtista, ma la mossa potrebbe funzionare e l’italo-brasiliano potrebbe così risolvere in casa il problema dell’Inter, nonché giocare finalmente titolare anche quando c’è a disposizione Icardi, cosa che purtroppo lo ha penalizzato in passato. Anche per la Nazionale italiana potrebbe essere utile, perché in questo modo Ventura potrebbe puntare su Eder per appoggiare il centravanti Immobile, coadiuvato dall’altro interista Candreva e da Insigne.

Leggi anche:  Insigne al Napoli festeggia 400 presenze

IL resto della formazione come già anticipato è sicuro, in quanto in porta scenderà in campo Handanovic, terzini D’Ambrosio e Dalbert (anche se il ritorno di Santon e il futuro rientro di Cancelo potrebbero regalare due nuovi esterni difensivi a Spalletti) con al centro Miranda e Skriniar. Centrocampo formato da Gagliardini e Borja Valero (Vecino potrebbe essere impiegato se Borja dovesse essere scelto come trequartista), attacco formato dal solito Icardi coadiuvato da Candreva, Perisic e dal possibile trequartista.

  •   
  •  
  •  
  •