Calcio – Videogame: FIFA 18 o PES 2018? È giusto il confronto? Vediamo le differenze e quale scegliere

Pubblicato il autore: Andrea Gravina Segui

Come ogni anno di questi periodi, si riaccende puntuale tra i giovanissimi e non, l’eterno dibattito e confronto fra i due più popolari videogames di simulazione calcistica per console e pc, FIFA (EA Sports) e PES (Konami). Una sfida che va avanti dai lontani ormai anni ’90, quando la storia del gioco di calcio virtuale si chiamava WINNING ELEVEN e non esisteva altro.
Quale comprare allora? Qual è il migliore?
Le edizioni 2018 dei due colossi si preannunciano ricche di novità, già visibili da chi ha potuto provare le varie demo disponibili per Playstation, Xbox e PC.

Partendo dal presupposto che molti appassionati hanno fatto notare quanto i due videogiochi, messi a confronto, rappresentino offerte differenti da utente ad utente, negli ultimi anni il mondo dei videogiocatori ha preferito il titolo EA Sports da sempre considerato più simulativo per una maggiore libertà di gameplay e una quasi totale acquisizione di licenze (maglie, stadi, modalità di gioco ecc. ecc.), con un grafica esplosiva grazie al Frostbite ed una scelta vincente merito della collaborazione con il team Cambiare Engine. Quest’anno nessuna rivoluzione sia chiaro, ma una progressione migliorativa e graduale rispetto alle precedenti versioni, con un ritmo di gioco diverso, più lento e fisico e una componente chiave che è la strategia tattica dei matches, che il videogamer dovrà imparare ad usare e gestire. Un passo in avanti è stato fatto anche per migliorare le gesta, la corsa, i movimenti ed i dribbling dei calciatori in campo, soprattutto i campioni più affermati forniscono all’occhio un’illusione di verosimiglianza. Testimonial d’eccezione per la copertina, l’asso del Real Madrid, Cristiano Ronaldo con addirittura una propria edizione dedicata. Uscita prevista per le varie piattaforme digitali il 29 Settembre 2017.

Il titolo Konami
invece, considerato più arcade a livello di gameplay, zoppica ancora molto su questi aspetti, specialmente le licenze e gli stadi, quest’ultimi però migliorati con interessanti sequenze riprese dagli interni e dagli spogliatoi, propone a livello grafico sempre il suo Fox Engine, affinato in maniera massiccia nel corso degli anni, con animazioni completamente riscritte, volti dei giocatori realizzati alla perfezione con mimiche facciali davvero straordinarie e resa ambientale migliorata. Si continua comunque a segnare abbastanza facilmente, anche se la manovrabilità palla al piede risulta più tangibile e corposa grazie al Real Touch+, con contrasti duri e sentiti e sollecitazioni della sfera differenti in base al contesto ed alla stazza dei calciatori, inclusi i portieri che in questa edizione di PES sembrano rispondere meglio ai tiri degli attaccanti avversari. Si gioca più per divertirsi che per realizzare la partita tecnicamente e tatticamente perfetta, un gioco più istintivo e meno ragionato, ideale magari per sfidare gli amici in avvincenti tornei.  Sulla copertina inizialmene erano previsti Messi, Luis Suarez, Andres Iniesta, Sergi Roberto e Neymar in merito alla partnership di Konami con il Barcellona, ma causa passaggio al Paris Saint Germain del brasiliano, la casa nipponica ha dovuto rivedere le proprie scelte di marketing puntando a far rimanere solo l’attaccante uruguagio. Uscita prevista per tutte le piattaforme digitali il 14 Settembre 2017, ad eccezione della versione Pc la quale uscirà il giorno seguente venerdì 15 Settembre 2017.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Supercoppa, Juventus-Napoli 2-0: proteste Napoli sull'1-0 e rigore concesso con il Var. Ecco la Moviola
Tags: