Champions League, domani in campo la Juventus contro l’Olympiacos. Ipotesi 3-4-3 per gli uomini di Allegri?

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Il logo della Juventus

Dopo un paio di settimane è nuovamente vigilia di Champions League per la Juventus reduce dal netto 4-0 ottenuto nel derby contro il Torino. Nella giornata odierna i giocatori si sono trovati a Vinovo agli ordini di mister Massimiliano Allegri per preparare la sfida contro l’Olympiacos, valida per il secondo turno del girone eliminatorio della UEFA Champions League 2017/2018. Si tratta di una partita fondamentale per la Juve che deve confermare la ritrovata forma fisica che si è notata nel derby di sabato dopo un rendimento piuttosto altalenante sul piano del gioco, ma non dei risultati, ma soprattutto per avere dei riscontri positivi riguardo al percorso che quest’anno i bianconeri potrebbero intraprendere in ambito europeo, dopo gli addii di giocatori come Leonardo Bonucci e Dani Alves avvenuti nello scorso calciomercato estivo. Inoltre la Juve ha necessità di ottenere 3 punti fondamentali dopo la scoppola rimediata al Camp Nou contro il Barcellona di Leo Messi, quando Madama è stata sconfitta 3-0 dai catalani, ed il match contro i greci dell’Olympiacos potrebbe segnare la svolta decisiva che fornirebbe informazioni importanti riguardanti anche la sorte delle altre tre squadre del girone, e le mura amiche dell’Allianz Stadium (terza partita consecutiva giocata in casa tra Serie A e Champions League) potrebbero garantire una marcia in più per i Campioni d’Italia.

Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto

Per la sfida di Champions, Allegri nella giornata odierna ha provato numerosi esperimenti, utilizzando schemi di gioco che parevano archiviati: infatti oggi si evince che il tecnico livornese sarebbe intenzionato a schierare un modulo 3-4-3 con Barzagli favorito per una maglia da titolare coadiuvato dal sicuro presente Chiellini e molto probabilmente anche dal marocchino Medhi Benatia. In attacco sono sicuri di giocare Dybala e Mandzukic mentre c’è ancora incertezza sull’impiego di Higuain, assente dal 1′ sabato sera nel derby. In tal caso sono pronti per una maglia da titolare sia Cuadrado, assente a Barcellona perché squalificato, sia Douglas Costa che contro il Torino ha ben impressionato. Sicuri di essere della partita, oltre all’intramontabile Gigi Buffon, sono Alex Sandro che agirà da esterno sinistro, mentre i centrali saranno quasi sicuramente Pjanic e Matuidi, con Bentancur pronto ad entrare a partita in corso, mentre Marchisio e Khedira potrebbero tornare a disposizione dopo un lungo calvario proseguito un mese. Per quanto riguarda la fascia destra il dubbio rimane, ma Sturaro dovrebbe essere il maggior indiziato a giocare dall’inizio a causa dell’esclusione dalla lista Champions di Lichtsteiner e dell’infortunio di De Sciglio capitato durante la sfida di Barcellona.
Nel caso in cui dovesse giocare Sturaro non è da escludere un possibile passaggio alla difesa a 4 con l’esclusione plausibile di Benatia, però è da considerare anche la possibilità di arretrare Cuadrado terzino, o esterno di centrocampo con sulla stessa linea d’azione il brasiliano Douglas Costa.
La formazione che scenderà in campo domani sera è tutta in divenire e molto probabilmente Allegri scioglierà i dubbi solamente nella giornata della partita. Alle 19:30 si terrà la conferenza stampa per introdurre la sfida tra Juventus e Olympiacos dove parleranno lo stesso Massimiliano che ci fornirà preziose informazioni riguardo la formazione che scenderà in campo, affiancato da Andrea Barzagli e non da Buffon.

Leggi anche:  Sky o Dazn? Dove vedere Spezia Juventus: diretta tv e streaming

Sotto i riflettori saranno sicuramente Dybala, ritenuto non decisivo nelle partite di Champions League o meglio nelle sfide che contano chiamato a fornire risposte concrete, lo stesso Higuain che deve necessariamente smentire le critiche che sta ricevendo ultimamente, Pjanic che deve confermare di essere rinato rispetto ad un anno fa e se giocherà anche Rodrigo Bentancur che ha piacevolmente impressionato in queste prime uscite. La parola spetta al campo, nella speranza che anche le altre 2 italiane impegnate in Champions possano ben figurare nel corso del secondo turno, per poter spostare i riflettori anche sul calcio del bel Paese.

  •   
  •  
  •  
  •