Crotone-Inter, le pagelle dei nerazzurri. Perisic e Skriniar i migliori

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

L’ Inter espugna l’Ezio Scida di Crotone con due reti nel finale e sale provvisoriamente da sola in testa alla classifica di Serie A . Quarta vittoria consecutiva per i nerazzurri , ma quanta sofferenza per merito della squadra calabrese . Dopo una grandissima parata di Handanovic su Rohden , decidono i gol del gigante Milan Skriniar a otto minuti dalla fine e del croato Ivan Perisic in pieno recupero . Ecco le mie personali pagelle sulla squadra :

Handanovic 7.5 : inizia non benissimo con due respinte non ottimali anche per colpa del sole . Nella ripresa è bravissimo a chiudere lo specchio della porta  in uscita a Tonev e fenomenale sul colpo di testa di Rohden . Una parata miracolosa che evita lo svantaggio .
D’Ambrosio 6 : attento e diligente in difesa  dove soffre poco le sortite offensive dei calabresi . Prova a spingere sull’out destro ma lo fa con imprecisione e sbagliando molti cross .
Miranda 5,5 : soffre per tutto il match la vivacità di Tonev e se lo perde in due ripartenze . Viene ammonito nel primo tempo per un’entrata dura . Non un grande pomeriggio per lui .
Skriniar 7,5 : indirizza la vittoria  con un guizzo da attaccante puro . Giocatore di una personalità incredibile e pure in difesa è il solito muro . Lo slovacco è diventato uno dei leader della squadra e così la difesa interista ha subito un solo gol in 360 minuti .
Dalbert 5,5 : il brasiliano appare ancora timido , spaesato e non ancora integrato negli schemi . Sbaglia molti passaggi e movimenti nelle ripartenze . Autore comunque di qualche buon ripiegamento difensivo , esce nel secondo tempo per un problema fisico .
Gagliardini 5 : brutta partita per il centrocampista italiano  che soffre fisicamente l’aggressività del Crotone . È apparso lento , impreciso e poco propositivo . Sostituito giustamente nella ripresa.
Borja Valero 6 : gioca con la solita sapienza tattica e cercare di sprecare il meno palloni possibile  . Lo scarso movimento dell’attacco non lo aiuta per dettare passaggi smarcanti  . Soffre il pressing ma alla fine la sua tecnica consente di gestire il vantaggio nel finale
Joao Mario 6,5 : il portoghese è uno dei migliori della squadra per la sua vivacità . Non è ancora propriamente a suo agio nel suo nuovo  ruolo  tanto da mangiarsi un gol semplice nel primo tempo . Uno dei suoi soliti strappi è decisivo nel finale per fornire l’assist del 2-0.
Candreva 5 : non si vede mai per tutto il match . Sbaglia cross facili e non dribbla mai l’uomo. Si vede che non è in condizione e probabilmente lascerà il posto a Eder nel match di martedì .
Perisic 7 : inizia con uno dei suoi soliti guizzi . Non trova molti spazi , ma la sua corsa è determinante nelle coperture difensive . Nel finale segna il raddoppio con un grande gol e blinda i tre punti che portano l’Inter in vetta.
Icardi 5 : si nota più il suo nuovo capello biondo platino che la sua prestazione . Nessun movimento , nessun sostegno alla manovra offensiva e zero occasioni da gol . Se l’Inter vince con una sua prestazione opaca , è davvero una grande notizia .
Vecino 6 : entra ad inizio ripresa e la squadra ne giova . Garantisce più corsa e geometrie di Gagliardini .
Nagatomo 6.5 : sorprende con il suo positivo ingresso e la sua spinta offensiva aiuta molto la squadra . Chissà se nella prossima partita giocherà lui al posto del brasiliano .
Ranocchia s.v.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Sky o DAZN? Dove vedere Bologna Milan in tv e in streaming, Serie A 20^ giornata