Fiorentina: il punto dopo la vittoria con il Bologna

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui


Se la vittoria di Verona aveva dato un pò di serenità all’ambiente viola, l’affermazione (sofferta)contro il Bologna di Donadoni ha confermato che questa squadra se vuole, può fare grandi cose. Le polemiche estive, peraltro non proprio ingiustificate, sembrano essere alle spalle: se è vero che nomi grossi (esclusi i colpi finali)non ne sono circolati, è altrettanto vero che questi ragazzi ci stanno mettendo l’anima, lottando su ogni pallone e cercando di mettersi in mostra agli occhi del mister. Tra l’altro, il fatto che non ci siano state doppiette nelle tre partite dove la Viola è andata a segno almeno una volta, dimostra che quella fiorentina è una vera e propria cooperativa del gol. Buon segno per il futuro? Staremo a vedere: è bello l’entusiasmo, è bella la voglia di fare, ma bisogna sempre ricordarsi che il cammino è ancora molto lungo. Contro il Bologna è stata una pecca concedere la rete del pari agli avversari dopo nemmeno un minuto dal (bel)vantaggio firmato Chiesa e su questo Pioli dovrà lavorare.

Leggi anche:  Telecronisti serie B 5 giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Nella serata di dopodomani si andrà in casa della Juventus e sarà una prova importante per la squadra viola, una prova forse arrivata troppo presto, anche considerando il fatto che una grande (a casa loro!) è stata già affrontata alla prima giornata. Come sarà la gara? La Juventus ha meno riposo, visto che ha giocato domenica alle 12.30 mentre la Viola ha giocato sabato alle ore 18: di certo la squadra di Allegri è galvanizzata dal fatto di aver vinto tutte e quattro (com’era forse prevedibile)gare di campionato e farà di tutto per vincere la gara. Un aspetto importante sarà quello di affrontare la difficile sfida nella maniera più giusta, senza atteggiarsi a vittima sacrificale evitando di disunirsi. Guardando leggermente oltre la partita di mercoledì sera, c’è da dire che il calendario pare dare una mano alla compagine di Pioli, visto che la prossima grande si affronterà il 5 novembre, ossia fra sette partite: nel mezzo ci saranno Atalanta, Chievo, Udinese, Benevento, Torino e Crotone. Col dovuto rispetto per queste squadre (Atalanta e Torino sono insidiose), ci potrà essere l’occasione d’oro per mettere fieno in cascina. Se è vero che questa squadra sulla carta è da 8° posto, è altrettanto vero che non sono da escludere delle sorprese, staremo a vedere.

  •   
  •  
  •  
  •