Genoa-Lazio, spettacolo al Marassi, nonostante un grande Pellegri vincono i biancocelesti 3-2

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Di scena al Marassi il posticipo di questa 4.a giornata di serie A tra il Genoa di Juric e la Lazio di Inzaghi, arbitrato da Orsato. Partita alla quale i rossoblu arrivano bisognosi di punti dopo lo stentato inizio di stagione mentre i biancocelesti vogliosi certamente di dare continuità dopo l’ottimo inizio di campionato .
Problemi di formazione per Juric che deve fare a meno di Pandev, Lapadula e Bertolacci, l’undici iniziale e’ formato da Perin, Spolli, Rossettini, Zukanovic, Rosi, Cofie, Veloso, Lakalt, Centurion, Taarabt, Ricci. 
Inzaghi che deve fare a meno di Wallace e Parolo schiera in campo Strakosha, Bastos, De Vrij, Radu, Lulic, Lucas Leiva, Basta, Murgia, Luis Alberto, Immobile, Milinkovic -Savic.
E’ un primo tempo che ha fatto vedere quanto in forma sia la Lazio di questo inizio stagione, gia’ dai primi minuti chiaro come il pallino fosse in mano ai giocatori di Simone Inzaghi, mentre le difficolta’del Genoa soprattutto nell’affacciarsi in maniera incisiva dalle parti di Strakosha. 
Al 13′ arriva il vantaggio della Lazio, bella punizione di Milinkovic-Savic che trova l’opposizione di Perin che si stende e para, la palla pero’ viene indirizzata sulla ribattuta del portiere verso il centro dell’area, gioco facile per Bastos appoggiare in rete per il gol dell’1-0.
Il Genoa fa molta fatica a  costruire gioco in attacco e a creare pericoli, mentre la Lazio si fa vedere spesso dalle parti di Perin soprattutto con Immobile con un paio di tiri con poca precisione e una palla gol sui piedi di Basta che dal centro dell’area tira pero’ fuori.
Al 33′ del primo tempo la mossa di Juric, fa entrare il giovanissimo Pellegri per Centurion, evidentemente l’allenatore del Genoa non era soddisfatto dei movimenti in avanti del proprio attaccante. E’ infatti una fase della partita quella che si accompagna dalla parte finale del primo tempo ai primi dieci minuti del secondo nella quale la squadra di Inzaghi controlla bene il match e anzi da’ la sensazione di poter trovare la zampata vincente per il 2-0, ed invece e’proprio Pellegri che al minuto 57, in maniera per la verità un po’ fortuita, sfrutta una palla ricambolata in area su pasticcio della difesa laziale per il gol del pareggio genoano. Da questo momento del match le sostituzioni da ambo le parti avranno un ruolo fondamentale. Inzaghi con un doppio cambio al 66′ fa entrare Lukaku al posto di Murgia e Marusic al posto di Basta. E’ proprio Lukaku uno dei grandi  protagonisti , prima sfrutta un cross proprio di Marusic e liberandosi al tiro da centro area trova uno strepitoso Perin a negargli il gol, mentre al 70′ dopo aver saltato l’uomo sulla fascia sinistra serve al centro Immobile per il gol del 2-1. E’ il nuovo vantaggio laziale.  Cambio per il Genoa subito dopo il gol, entra Gentiletti per Spolli, e dopo 2 minuti, al 73′ bellissimo cross dalla sinistra di Zukanovic per lo splendido gesto tecnico di Pellegri che con un tiro al volo dal centro dell’area si regala la doppietta e trova il gol del 2-2. E’ una partita bellissima, grande spettacolo e grandi gesti tecnici da ambo le parti e poi, proprio in una fase di gioco nella quale il Genoa sembrava aver trovato nuova linfa dopo il pareggio di Pellegri arriva quello che non ti aspetti, errore clamoroso in fase di disimpegno del nuovo entrato Gentiletti che finisce per servire Immobile che si invola in area e con un pallonetto delizioso fa finire la palla sul palo interno e poi in rete, e’ il minuto 82. E’ un gol che taglia le gambe al Genoa che non riesce negli ultimi dieci minuti a farsi pericoloso dalle parti di Strakosha. Vince la Lazio nonostante un grande Pellegri, vince con il solito Ciro Immobile che regala ai propri compagni la terza vittoria in sette giorni.

Leggi anche:  Insulti razzisti a Maignan: identificato il tifoso
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,