Icardi e un eurogol di Perisic abbattono la Spal. E’ 2 a 0 Inter

Pubblicato il autore: Marco Alessandri Segui

L’Inter soffre, rischia, teme. Ma alla fine, vince. Questo il riassunto del match giocato alle 12.30 a San Siro, con gli uomini di Spalletti che, vincendo 2 a 0 sulla Spal, restano a punteggio pieno dopo le prime tre giornate di campionato.
A segno il solito Mauro Icardi, grazie al secondo rigore stagionale assegnato dal VAR ai nerazzurri, e Ivan Perisic, autore di un capolavoro balistico. Prestazione che non ha convinto del tutto da parte dei padroni di casa, in particolare nella prima metà della seconda frazione. Ottima prova di Gagliardini in mezzo al campo, mentre Dalbert concede qualcosa alla sua prima da titolare.
Inter che continua a sorprendere per la solidità difensiva, con la coppia Miranda-Skriniar che sembra già affiatata. Lo slovacco, arrivato tra molti dubbi, potrebbe rivelarsi il vero acquisto top dell’estate nerazzurra.
Buona prova, invece, per i ferraresi, rimasti aggrappati al match fino all’87’. In particolare, bene il classe ’93 Lazzari e il portiere Gomis, mentre hanno deluso là davanti Borriello e Paloschi, con quest’ultimo a sciupare più di un’occasione.

Cronaca– Primi minuti di studio, con i ferraresi ordinati e i nerazzurri a cercare varchi. La prima occasione capita al 5′, con Gagliardini che riceve palla da Icardi e lascia partire un destro dal limite dell’area. Palla fuori di non molto. Passano tre minuti ed è la Spal a farsi viva dalle parti di Handanovic: direttamente da una rimessa laterale, Paloschi riceve palla in area e libera un sinistro che sibila alla destra del portiere sloveno, provocando non pochi brividi ai tifosi nerazzurri.
Passato il pericolo, l’Inter torna a macinare gioco, piazzandosi stabilmente nella metà campo degli ospiti. Tanto possesso palla che, però, non porta a occasioni nitide. Un altro tiro di Gagliardini al 14′ e una combinazione Perisic-Joao Mario (con conclusione del croato stoppata da Gomis) sono gli unici acuti della squadra di Spalletti. Questo, però, fino al minuto 22, ovvero quando Icardi innesca Joao Mario che viene steso all’ingresso in area da Vicari. Giallo per il difensore e punizione per l’Inter. Almeno in un primo momento, visto che l’arbitro Gavillucci decide di ricorrere al VAR. Dopo cinque minuti di consultazione, la decisione viene cambiata. Rigore per i nerazzuri e Icardi trasforma. 1 a 0 Inter al 27′ e quinto gol in campionato per il bomber argentino.
Due minuti più tardi, è ancora il capitano nerazzurro a rendersi pericoloso con un destro secco su invito di Candreva. Gomis è attento ed evita il 2 a 0.
Al 35′ è ancora il portierino scuola Tornino a farsi notare, con un volo a deviare in corner un destro insidioso di Candreva.
L’ultimo acuto della prima frazione è per gli ospiti, con Paloschi che non sfrutta un’ottima occasione calciando malamente a lato.

Leggi anche:  Milan, Pioli: "L'esperienza di Liverpool ci farà essere più forti e attenti"

Secondo tempo che vede la Spal più aggressiva, complice anche l’atteggiamento meno offensivo dei padroni di casa. Al 55′ pericolo in area nerazzurra: un pallone scagliato in area semina il panico, con Skriniar che riesce all’ultimo ad allontanare, rimanendo anche a terra per un colpo subito da D’Ambrosio.
L’Inter non riesce a reagire e a rendersi pericolosa e, anzi, al 65′ rischia ancora. Punizione di Viviani e stacco in tuffo di Salamon, con la sfera che esce di pochi centimetri. E’ il campanello d’allarme che porta Spalletti a sostituire Joao Mario con Brozovic. Dall’altra parte, invece, Semplici inserisce Mirko Antenucci per un Borriello mai pericoloso.
La Spal continua a provarci, ma l’occasione arriva, quasi per caso, per i padroni di casa: è Skriniar, da 35 metri, a lasciar partire un bolide che si stampa sulla traversa, a Gomis battuto.
Entrano anche Grassi per Mora nella Spal e Vecino per Borja Valero nell’Inter, mentre il pubblico comincia a beccare Brozovic, reo di non essere entrato con il piglio giusto.
All’87 si chiude il match. Brozovic per Icardi che viene atterrato regolarmente, il pallone arriva sul fondo a D’Ambrosio. L’italiano fa partire un cross che trova il sinistro di Ivan Perisic: voleè meravigliosa che va a morire sotto l’incrocio dei pali e 2 a 0.
E’ l’ultima occasione della partita. L’Inter vince e raggiunge la Juventus in vetta, aspettando il match dell’Olimpico tra Lazio e Milan e le risposte di Napoli e Roma.
Per la Spal, dopo il pareggio d Roma contro la Lazio e la vittoria sull’Udinese, arriva un’altra conferma di quanto il lavoro di mister Semplici stia dando i suoi frutti.

  •   
  •  
  •  
  •