Inter, il colosso Evergrande possibile acquirente della quote di Thohir

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui


Il colosso cinese Suning , azionista di maggioranza dell’Inter, ha siglato un importante accordo di partnership commerciale con la società Evergrande group , grande potenza attiva nel settore immobiliare del mercato asiatico . La notizia è stata data in esclusiva dall’emittente televisiva di stato cinese CCTV , che ha filmato l’incontro negli uffici di Nanchino tra i leader dei due gruppi, Zhang Jindong Xu Jiayin. Il brindisi finale , immortalato dalle telecamere, fa presagire il buon esito di un accordo di cooperazione strategica che prevederà investimenti futuri congiunti nel settore immobiliare , energetico, elettronico e che indirettamente coinvolgerà anche la squadra nerazzurra.

Evergrande Real Estate è proprietaria a sua volta della squadra calcistica Guangzhou Evergrande , vincitrice negli ultimi anni di sei Chinese Super League e due AFC Champions League sotto la guida di Marcello Lippi Felipe Scolari. Tre sono le ipotesi più plausibili riguardo le conseguenze calcistiche di questo accordo di joint venture :

  • fusione tra i club cinesi di proprietà dei due gruppi, Jiangsu Guangzhou, con lo scopo di creare un unico super team con disponibilità economiche infinite , che possa ambire ad ingaggiare i top player mondiali.
  • far diventare Evergrande lo sponsor principale del club interista , garantendo una cifra annuale monstre di circa 60-70 milioni di euro.
  • acquisto da parte del gruppo di Xu delle quote di minoranza dell’Inter , appartenenti a  Thohir. L’ indonesiano ha infatti manifestato l’intenzione di vendere le sue quote per dedicarsi agli Asian Games  uscendo così dalla proprietà interista.
Leggi anche:  DIRETTA LIVE Juventus-Milan: 1-0, Morata in gol

Per i tifosi dell’ Inter si tratta in ogni cosa di una notizia sensazionale che può comportare risvolti molto positivi alle casse della società e garantire un futuro luminoso visti i fatturati miliardari dei due gruppi cinesi.

  •   
  •  
  •  
  •