Inter-Spal, gli uomini di Spalletti non entusiasmano ma alla fine vincono 2-0

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


L’Inter vince a San Siro per 2-0 contro la Spal in una partita nella quale la squadra di Spalletti ha trovato qualche difficolta’di troppo.
Nerazzurri in campo con Handanovic, D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Dalbert, Gagliardini, B.Valero, Candreva, Joao Mario, Perisic, Icardi.
Risponde la Spal con Gomis, Salomon, Vicari, Vaisanen, Lazzaro, Schiattarella, Viviani, Mora, Costa, Paloschi, Borriello.
Inizia bene l’Inter e prova a sviluppare gioco soprattutto sulla fascia con Candreva, al minuto 5 Gagliardini pericoloso con un gran tiro rasoterra da fuori area di pochissimo out.
Buona occasione per la Spal al 7°con una girata di Paloschi dall’altezza del dischetto, palla di poco fuori. Ancora Gagliardini protagonista al 13° con un potente tiro da fuori e anche questa volta la palla non finisce lontano dal palo.
Al minuto 22 episodio chiave della partita. Incursione centrale di Joao Mario fermato fallosamente da Vicari che viene ammonito. Gavillucci inizialmente vede il fallo fuori area e assegna una punizione dal limite ma l’intervento del Var fa vedere chiaramente come il fallo fosse dentro l’area, e’dunque calcio di rigore, Icardi non sbaglia, spiazza Gomis e regala il gol dell’1-0.
Dopo poco lo stesso Icardi pescato in area da grande assist di Candreva tira ma Gomis salva e al minuto 35 grandissima conclusione da fuori di Candreva che trova ancora una volto pronto il portiere della Spal protagonista di un grande intervento. In un momento buono per l’Inter si riaffaccia pero’ davanti pericolosamente la Spal , Paloschi servito alla grande in area da Schiattarella non riesce a pareggiare. Finisce il 1°tempo, da registrare oltre al cartellino giallo di Vicari, anche le ammonizioni di D’Ambrosio e Mora.
Rientrano le squadre in campo con le stesse formazioni, spinge subito l’Inter per trovare il 2-0, Perisic non riesce a sfruttare una buona palla con tiro da appena dentro l’area, e’ solo calcio d’angolo .
E’ buono il fraseggio, la palla scorre bene sulle fasce, in questo inizio di 2° tempo il pallino del gioco in mano agli uomini di Spalletti ma intorno al 55° sponda di testa di Borriello per una palla che pericolosamente arriva al centro dell’ area, riesce ad arginare il pericolo la difesa nerazzurra. E’ un buon momento della Spal. Minuto 57, giallo per Gagliardini per intervento falloso su Schiattarella che si stava incuneando nella corsia centrale di centrocampo, riprende l’Inter a spingere sulle fasce con Candreva e Perisic, si collezionano calci d’angolo.
Minuto 65 , Antenucci a sostituire Paloschi risponde Spalletti con Brozovic a rilevare Joao Mario. Prova la Spal a farsi vedere dalle parti di Handanovic ma senza riuscire a creare pericoli concreti , al minuto 70 Dalbert sembrava costretto ad uscire per infortunio dopo intervento in scivolata ma alla fine il neoacquisto prova a continuare il match. Macina ancora gioco sulla fascia sinistra Perisic ma anche per l’Inter non si creano palle gol nitide. Al 73°pero’ grande conclusione di Skriniar da fuori che trova una clamorosa traversa.
Minuto 78 Vecino al rientro dagli impegni con l’Uruguay sostituisce Borja Valero e Grassi entra per Mora sponda Spal. Al 81 ‘ Icardi non riesce a sfruttare di testa da dentro l’area un cross arrivato dalla destra. Altro cambio per la Spal con Bonazzoli per Viviani all’85’.
Minuto 87, Perisic sfrutta un cross di D’Ambrosio con un fantastico tiro al volo che si insacca sotto l’incrocio, gol meraviglioso, e’2-0. Eder entra per Candreva all’88’.
La partita si conclude con un bel tiro di Bonazzoli di poco a lato.
Nel complesso una partita nella quale l’Inter non ha certo entusiasmato, il gioco e’sembrato svilupparsi in maniera poco fluida, il gran movimento sulle fasce di Perisic e Candreva spesso non ha creato pericoli concreti e palle gol nitide. Note positive, la grandissima qualità dei singoli, in particolare oggi Perisic che con una “perla”meravigliosa ha potuto festeggiare il rinnovo contrattuale e, attendendo le altre partite della giornata, i 9 punti in classifica che significano 1°posto anche se in coabitazione al momento con la Juventus. La Spal ha dimostrato di aver meritato i 4 punti fin’ora in classifica, una squadra, quella di Leonardo Semplici,  che ha giocato con personalità e che si e’ dovuta arrendere alla decisione del Var e alla qualità dei singoli.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Udinese - Fiorentina: streaming o diretta TV, SKY o DAZN?
  •   
  •  
  •  
  •