Inter, Spalletti: “Soddisfatto del mercato”. Contro la Spal in 50mila a San Siro

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Subito dopo la proclamazione del calendario della Serie A Tim 2017/18, anche il più ottimista dei tifosi dell’Inter, difficilmente avrebbe immaginato di essere a punteggio pieno dopo le prime due giornate, con partite ostiche contro la Fiorentina (in casa) e con la Roma (in trasferta). Ora però non bisogna rallentare, la partita casalinga con la Spal può essere apparentemente molto semplice, ma in realtà è ricca d’insidie: qualche settimana fa infatti, la neopromossa Spal di mister Semplici, ha fermato la Lazio all’olimpico con una grande prestazione costruita su un’ottima fase difensiva e grande pressing. Questo Spalletti lo sa e sta già lavorando con coloro che ha a disposizione per non fare abbassare la guardia, soprattutto perché è sempre difficile riprendere a giocare dopo la settimana delle nazionali (bisogna analizzare le diverse condizioni dei giocatori, i minuti nelle gambe…).

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 5.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Inter, Spalletti e le sue parole a Coverciano
Il tecnico ex Roma, Luciano Spalletti, ha parlato a Coverciano, in occasione del premio Nereo Rocco, esprimendo tutta la sua la sua felicità per il mercato estivo appena concluso:Se sono soddisfatto del mercato? I dirigenti hanno fatto un lavoro ottimo, sono stra-contento di allenare questa squadra, ancor di più che all’inizio. Se c’è qualcosa che non è andata secondo i piani non è colpa di nessuno, ci siamo andati dentro tutti, anche il presidente“.
Durante l’ultimo giorno di mercato non è più arrivato il tanto atteso difensore che poteva far rifiatare la coppia Skriniar-Miranda, in merito a questo Spalletti ha affermato: Siamo corti? Io ho ottimi giocatori. Dopo tutti questi allenamenti che ho fatto con la squadra non lo so mica se D’Ambrosio e Ranocchia sono inferiori a Miranda e Skriniar. C’è anche Vanheusden che è un giovane di sicuro avvenire, bisogna dargli fiducia e spazio”.

Negli ultimi istanti di mercato, l’Inter ha acquistato un giovane esterno dal Caen, Karamoh. In merito a lui,  Spalletti ha parlato dicendo: “Karamoh è un ragazzo giovane, che si affaccia in un nuovo campionato ed in un nuovo paese. Mi ha fatto piacere che Dalbert l’abbia preso a braccetto in allenamento, per fargli capire delle cose. L’ex Caen gli ha chiesto ‘ma si ci allena sempre così qui’? Si dovrà abituare, ma ha delle accelerazioni paurose e tanta tecnica”. Come sempre, non poteva mancare un commento su l’uomo del momento in casa nerazzurra, il capitano Mauro Icardi: “Mauro è un attaccante di massimo livello. Quando l’ho conosciuto di persona ho anche capito che tutto quello che si dice su di lui è falso. E’ un ragazzo serio, buono, disponibile e si allena sempre al 100%”.

Per quanto riguarda la partita di domenica alle 12.30 contro la Spal valida per la 3.a giornata di A, dovrebbero esser circa 50 mila i tifosi pronti a supportare la truppa nerazzurra. Spalletti ha due dubbi: innanzitutto uno riguarda le condizioni fisiche di Miranda (che per una botta ha perso conoscenza nella partita con l’Uruguay) e il ballottaggio riguardante Dalbert e Nagatomo. Nel caso il difensore brasiliano ce la dovesse fare, la formazione dovrebbe essere la seguente: 4-2-3-1 con Handanovic, D’Ambrosio, Skriniar, Dalbert, Borja Valero, Vecino, Candreva, Joao Mario, Perisic, Icardi.

  •   
  •  
  •  
  •