Inter, Zinho Vanheusden il talento Primavera tra presente e futuro nerazzurro

Pubblicato il autore: Peppe Fiorino Segui

Vanheusden è un difensore belga reduce da un grande campionato primavera disputato con la maglia dell’Inter in cui, insieme ad altri giovani come Emmers e Pinamonti, ha fatto la differenza meritandosi il salto di qualità e l’approdo in prima squadra. Alcuni si sono accorti di lui, altri meno parlando della necessità dell’Inter di trovare un altro difensore per sostituire se ce ne fosse bisogno Miranda e Skriniar. Alla fine non sono arrivati nè Mustafi nè Mangala, rimasti in Inghilterra nelle rispettive squadre, ed è stato trattenuto Ranocchia, a cui può far bene la cura Spalletti, e per l’appunto il giovane ragazzo belga.

Dopo la chiusura del mercato sono emerse alcune indiscrezioni su Zinho Vanheusden. Su tutte l’interessamento di diverse squadre tra cui il Liverpool che ha provato a soffiarlo ai nerazzurri, i quali hanno prontamente respinto qualsiasi offerta, dimostrando di voler fare affidamento sui giovani e creare in casa propria i cosiddetti top players. In Italia, invece, il difensore è stato chiesto in prestito dal Crotone e dal Pescara ma anche in questo caso i nerazzurri hanno rifiutato la proposta.

Leggi anche:  Serie C femminile, Silvia Ciferri confermata nella rosa delle grifoncelle

Intervistato a Coverciano al Premio Nereo Rocco, Spalletti ha parlato dei suoi giocatori, soprattutto dei nuovi e dei difensori, facendo capire che Miranda e Skriniar sono i titolari, ma sono insidiati da Ranocchia e D’Ambrosio che si stanno impegnando molto, si è poi soffermato su Zinho Vanheusden di cui ha detto un gran bene, sottolineando che il ragazzo è serio e bisogna fidarsi della freschezza dei giovani. Il difensore dal ritiro del Belgio U21, che sta preparando la partita di stasera contro i pari età della Turchia, ha parlato della sua permanenza nella squadra di Luciano Spalletti, cosciente delle difficoltà che si troverà ad affrontare per poter giocare, ma ha affermato che lavorerà duramente per potersi guadagnare un posto, ha anche elogiato l’allenatore definendolo “una figura paterna” per il gruppo.

Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona

Altri suoi compagni della Primavera lottano per un posto nella prima squadra, su tutti l’attaccante Pinamonti, cannoniere che l’Inter non ha voluto cedere neanche in prestito e che può giocarsela per il ruolo di vice-Icardi. I due ragazzi, insieme a Emmers e qualche altro talento della squadra di Vecchi, potranno essere il futuro dell’Inter, ma anche il presente se sapranno giocarsi bene le carte a loro disposizione.
Quest’anno probabilmente questi ragazzi saranno chiamati in causa non solo con l’Inter di Spalletti, ma anche con la Primavera che avrà un impegno di grande spessore come la Youth League, ossia la Champions di questa categoria giovanile, che proprio l’Inter ha conquistato in anni recenti. Avranno la vetrina per mettersi in mostra anche nella squadra maggiore, in cui verranno schierati probabilmente nelle gare di Coppa Italia, ma se sarà necessario giocheranno anche in Serie A e chissà che uno come Vanheusden non diventi inamovibile.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: