Juventus, Allegri pianifica il futuro: “Smetto tra 5-6 anni. E la nazionale…”

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
Allegri

Allegri

Intervistato dalla rivista GQ Italia, il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha rivelato quelli che sono i suoi obiettivi futuri oltre alle sue passioni e a che cosa lo spinge a fare questo mestiere. L’impressione che si ricava dall’intervista è quella di un allenatore intelligente e capace ma, di certo, questo non lo scopriamo di certo ora, visto che Max ha vinto 4 scudetti ed ha raggiunto per due volte in 3 anni la finale di Champions League.

Fra 5 o 6 anni smetterò con il calcio. Finché mi diverto a insegnare in campo, continuo. Quando non lo farò più, me ne andrò. A me piace insegnare ai giovani, è una soddisfazione vedere dei miglioramenti nei giocatori”.  Questa la previsione di Allegri che si sofferma anche sulla sua idea di calcio: “Il calcio è semplice, non bisogna complicarlo. Bisogna fare l’opposto di ciò che fa l’avversario. Con i giocatori l’80% è psicologia”Un allenatore deve sapere quando coccolare un giocatore, quando riprenderlo per stimolarlo.” E A quanto pare con Higuain ci sta riuscendo…

Leggi anche:  Super League: nessuna sanzione per Juve, Real Madrid e Barcellona

La Juventus è dunque avvisata. Tra 5-6 anni probabilmente dovrà trovarsi un nuovo allenatore. Forse anche prima. Allegri ha infatti confessato anche un suo piccolo desiderio, quello di allenare la nazionale di calcio Italiana. “È un motivo di orgoglio, la Nazionale mi interessa molto. E la squadra del futuro promette bene: i ragazzi nati tra il 1992 e il 2000 sono molto bravi”. Il rinnovo di Ventura lascia tranquillo l’attuale CT, ma da queste parole si evince che Allegri si candida a suo successore in un futuro, forse, non troppo lontano.

 

  •   
  •  
  •  
  •