La Juventus ricorda Gaetano Scirea

Pubblicato il autore: Tania Guaida Segui

Quel maledetto 3 settembre del 1989. Come ogni anno, la Juventus, tutto il mondo bianconero, ma tutto il mondo del cacio, ricordano Gaetano Scirea, il capitano della storia del club bianconero, un campione.

Lui professava i valori del club, oltre ovviamente ad amarne i colori. Lui onorava la maglia bianconera. Gaetano e Scirea, la grande storia di un amore, l’unione del concetto di famiglia. La massima espressione di sentimento e professionalità. Dopo 28 anni, manca a tutto il mondo Juve il grande campione, manca a chi ama il calcio, a chi ama lo sport.

Scirea morì a causa di un incidente stradale in Polonia. Quando arrivò la notizia, tutto il mondo del calcio e dello sport in generale, ne rimase letteralmente scosso. Uno dei veri campioni … da non avere più. Campione in campo e nella vita. Un vero idolo per tutti. Un esempio per tutti, in casa Juve e non.

Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 6.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN

Oggi, 3 settembre 2017, la Juventus, come del resto ogni anno, lo ricorda con un sentito “ci manchi”. Un uomo, un eroe, una persona semplice e umile, un difensore fortissimo, un capitano. Azzurro campione del mondo. Tutti i più grandi del mondo del calcio lo ricordano, tutti i tifosi bianconeri e tutti gli amanti di calcio e di sport lo ricordano e ammirano tutt’ora. Un altro anno è passato, senza un grande campione.

 

  •   
  •  
  •  
  •