Lei non sa chi ero io: il compleanno di Claudio Gentile

Pubblicato il autore: massimiliano granato Segui

Compie oggi (mercoledì 27 settembre,ndr)gli anni Claudio Gentile, uno dei più grandi difensori degli anni ’80. Sarebbe fin troppo facile citare il suo palmares, ricco di scudetti, coppe e come ciliegina sulla torta, il Mondiale 1982, vinto da titolare (non giocò la semifinale con la Polonia per squalifica, ndr)marcando personaggi come Maradona e Zico. Nel suo libro ” e sono stato Gentile “, egli ebbe parole d’oro per il brasiliano, che gli regalò (come lui chiese) la maglia strappata in segno di ricordo di quella battaglia contro il Brasile, datata 5 luglio 1982. Su Maradona non ebbe le stesse parole, perché l’argentino non accettò di essere stato battuto, né tantomeno la marcatura di Gentile, definita forse troppo asfissiante. Nel 1984 la sua parabola ebbe una discesa: l’età cominciava a farsi sentire, nonostante i 30 anni compiuti nel settembre precedente. La sua Juventus, dopo 11 anni di battaglie, decise che era arrivato il suo tempo. Claudio no, non fu di questo avviso: e così partì una nuova avventura. Scelse Firenze, dove venne subito apprezzato, dove trovò amici come Antognoni ed Oriali, dove ebbe come allenatori De Sisti, Valcareggi, Agroppi e infine Bersellini. Non vinse alcunchè (arrivò in semifinale di Coppa Italia nel 1985 e nel 1986)ma è rimasto nel cuore dei tifosi viola, che dimenticarono quasi subito il suo passato bianconero. Rimase senza contratto dopo il 1987 e con lui lasciarono sia Oriali (che si ritirò), sia Antognoni (che andò a giocare in Svizzera per altre due stagioni). Sembrava che la favola fosse terminata qui, a “soli” 34 anni: invece arrivò una proposta del Piacenza dove giocò in B 20 ottime partite, aiutando la squadra a salvarsi. Dal 1998 al 2004 iniziò ad allenare varie Nazionali italiane, per così dire: dall’Under 20, alla maggiore (come vice), all’Under 21, all’Italia Olimpica, con la piccola grande soddisfazione di vincere il Bronzo alle Olimpiadi 2004, riportando una medaglia 68 anni dopo l’oro di Pozzo alle Olimpiadi di Berlino del 1936. Allora auguri Claudio ! 64 anni ma con lo stesso spirito di un tempo.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A, dove vedere Juventus - Sampdoria: streaming e diretta TV, SKY o DAZN?