Milan, Cutrone-André Silva gol giovani per Montella. Con la Lazio gioca Kalinic?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
cutrone

Cutrone gol, Montella punterà si di lui con la Lazio?

Milan, duello a suon di gol Cutrone-André Silva. Giovani, forti e che segnano, questo l’identikit di Patrick Cutrone e André Silva, i due giovani centravanti di Vincenzo Montella. Fino ad ora l’attaccante italiano ha sempre giocato titolare in campionato, mentre André Silva si è accontentato della panchina. Il portoghese scalpita, vuole presto cominciare a giustificare i 38 milioni di euro spesi dai rossoneri per strapparlo al Porto. Cutrone ha avuto la fiducia di Montella fin dalla prima amichevole giocata con il Lugano. Fiducia ripagata dal classe ’98 con una doppietta al Bayern Monaco e poi dai gol contro Craiova, Shkendija, Crotone e Cagliari. Il baby bomber comasco è andato a segno anche ieri nell’amichevole dell’Under 21 azzurra contro i pari età della Slovenia. Cutrone ha segnato il secondo sei quattro gol realizzati dagli azzurrini. Domenica anche André Silva era stato protagonista con la sua nazionale, segnando il gol decisivo del suo Portogallo contro l’Ungheria. Entrambi faranno oggi ritorno a Milanello per rimettersi agli ordini di Montella. La volata per una maglia da titolare contro la Lazio è lanciata, ma tra i due litiganti potrebbe essere il terzo incomodo a godere.

Leggi anche:  Probabili formazioni Milan-Atalanta: ecco le scelte di Pioli e Gasperini

Ecco le immagini del gol di Cutrone con l’Italia Under 21:

Kalinic titolare contro la Lazio? L’attaccante croato non ha segnato in nazionale. Kalinic ha giocato gli ultimi 20 minuti nel match vinto dalla Croazia per 1-0 contro il Kosovo. L’ex viola potrebbe essere la carta a sorpresa di Montella per la trasferta di domenica prossima. Le sue caratteristiche vanno benissimo per questo tipo di partite. Kalinic è abilissimo a muoversi su tutto il fronte d’attacco, per aprire spazi ai compagni. Cutrone-André Silva sono bravi in area di rigore, ma Kalinic diventa preziosissimo quando c’è da soffrire. Non è un caso che Montella l’abbia mandato subito in campo nei minuti finali contro il Cagliari. L’allenatore rossonero si porterà questo dubbio sul centravanti per tutta la stagione. Tre litiganti per una maglia, cercando di accontentare tutti. Non sarà facile, ma questo è il duro mestiere dell’allenatore ovvero scegliere tra tante alternative. E anche Bonaventura è recuperato per la sfida dell’Olimpico. 

Leggi anche:  Dove vedere Lazio-Milan Primavera: streaming gratis e diretta tv?

Cutrone, il jolly del gol

Se a inizio estate avessero detto a Patrick Cutrone che al 4 di settembre avesse segnato in tutte le manifestazioni a cui ha partecipato probabilmente l’attaccante del Milan avrebbe sorriso. Invece è andata proprio così. Gol in Europa League, in campionato e con l’Under 21 sono già 5 i gol stagionali del classe ’98. I paragoni si sprecano, un po’ Inzaghi un po’ Montella. La verità è che il ragazzo ha tanta fame di gol, sempre e dappertutto. Non è infatti un caso che abbia il record di gol segnati nella storia della primavera del Milan. Gli allenatori stravedono per lui. Cutrone è un ragazzo vecchia maniera, tutto casa e calcio. Un po’ Inzaghi, un po’ Montella. Lo stesso allenatore del Milan lo ha paragonato a sé stesso e quindi sa dove il giovane bomber può migliorare.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo-Teramo Serie C, streaming e diretta tv Sky Sport?

Chiedergli 30 gol alla prima stagione nel calcio dei grandi sarebbe troppo. E’ altrettanto vero che se Cutrone continua a segnare con regolarità sarò difficile togliergli la maglia da titolare. Kalinic e André Silva sono avvertiti, nel Milan avanti non c’è tanto posto. Come dicono i tifosi rossoneri sotto il sole c’è Cutrone c’è Cutrone.

  •   
  •  
  •  
  •