Milan esonero Montella? I pro e i contro della scelta

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
Vincenzo Montella

Milan, esonero Montellala

Dopo la bruttissima sconfitta contro la Sampdoria a Marassi, molti tifosi del Milan vorrebbero l’esonero di mister Montella. Lo stesso tecnico che l’anno scorso era elogiato da più parti e a più riprese per aver raggiunto l’Europa League con una squadra di “scappati di casa” (come li aveva definiti qualcuno) e senza praticamente fare ne mercato estivo ne sessione di riparazione. Si sa, in Italia siamo tutti popolo di allenatori e non ci sono mezze misure: un giorno sei fenomeno, un giorno sei un bidone. Probabilmente per la sconfitta di ieri Montella ha le sue responsabilità (forse più che per altre sconfitte), ma non è il caso di fasciarsi la testa troppo presto forse. La stagione è appena iniziata. Là davanti corrono, ma c’è ancora tempo.

Leggi anche:  Serie C femminile, Silvia Ciferri confermata nella rosa delle grifoncelle

Milan esonero Montella

Nonostante ciò si vocifera di un possibile esonero di Montella. Fassone avrebbe già avviato un primo contatto con Mazzarri (vero? per ora poche conferme). ma sarebbe giusto esonerare adesso l’aeroplanino? Per certi versi sì, per altri no. Vediamoli insieme.

Milan esonero Montella: perché sì – Ieri Vincenzo ha sbagliato approccio alla partita, cambi e momento dei cambi. Forse anche squadra titolare. Insomma, non ne ha azzeccata una. Il Milan è apparso mentalmente demotivato e fisicamente spento. Non può essere così dopo 6 partite dall’inizio di un nuovo campionato. Anche contro la Lazio era successa la stessa cosa. il Milan ha già fallito due “test” su due. Le prossime partite di campionato sono contro la Roma e il derby dopo la sosta. Se si ha paura di fallire anche quelle partite, giusto cambiare mister.
Milan esonero Montella: perché no – A questo punto della stagione sarebbe controproducente. Le parole di Fassone servono da stimolo e per mettere un po’ di pepe al fondoschiena (come si suol dire) per fare dare il 200% a tutti i giocatori e a tutto lo staff. Non si può esonerare un mister a questo punto della stagione. Chi subentrerebbe si troverebbe una squadra in fase di smaltimento carichi da preparazione e costruita per un altro allenatore. Improponibile. Il Milan ha cambiato tanto in questa estate, si sapeva che ci sarebbero state delle difficoltà a inizio stagione perché bisognava trovare la quadra. La stagione del Milan bisognerà cominciare a valutarla da dopo la sosta di Ottobre Da dopo il drby precisamente, perché si sa che il derby è una partita a sè che non fa testo.

  •   
  •  
  •  
  •