Milan, Kessie chi ti ferma più? L’ivoriano è il giocatore più utilizzato da Montella

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui

Il Milan adesso ha un punto fermo su cui poter costruire un campionato vincente partita dopo partita. E’ Franck Kessie. Nelle prime partite di campionato, l’ivoriano ha messo in campo prestazioni degne di nota, una vera e propria sicurezza per Montella, grazie alla sua imponenza e ad una tecnica non indifferente.

Se parliamo di Frank Kessie non ci ritroviamo ad analizzare solamente un giocatore forte fisicamente, perché oltre alla fisicità il 79 ha dimostrato di avere anche grande tecnica e sopratutto grande intelligenza tattica nel saper gestire il pallone in mezzo al campo. L’ivoriano è il giocatore del Milan e della Serie A che ha più minuti in campo, prova inequivocabile che Montella lo ritiene il vero e proprio pilastro della squadra, tanto da averlo scelto anche come uno dei rigoristi della squadra. Il giocatore non ha mai sbagliato un rigore in Serie A e anche ieri non ha fatto eccezioni, trasformando il penalty del 2-0 contro la Spal.

Leggi anche:  Serie A, Genoa-Fiorentina le probabili formazioni: out Caicedo, c'è Ekuban

Montella ha speso parole di apprezzamento per l’ex centrocampista dell’Atalanta: “Kessie è straordinario, di un’intelligenza sublime”, ad evidenziare le doti del centrocampista, che con la classica esultanza del soldato, dedicata al padre scomparso quando lui aveva 11 anni, dimostra anche di avere dei valori importanti, che spesso nel calcio di oggi non sono sempre scontate.

Kessie adesso ha trovato la sue dimensione e si è già preso sulle spalle il centrocampo del Milan, che al giorno d’oggi non si può immaginare senza l’ivoriano che distribuisce i palloni e senza i suoi scatti che aprono in due le difese avversaria. Spesso chi se lo ritrova davanti rimane spiazzato di fronte a tale imponenza fisica, che unita alla velocità lo rendono un giocatore insidioso per qualsiasi squadra. Se consideriamo che il giocatore è nato nel 1996 è facile capire che ci sono ancora tanti margini di miglioramento per l’ivoriano, che già è sulla buona strada per potersi distinguere su tutti nel suo ruolo, anche perché fino a questo momento il Milan puntando su di lui ha fatto assolutamente la scelta giusta, rendendolo il simbolo per eccellenza di questa rinascita rossonera , che nel tempo potrebbe diventare qualcosa di decisamente più importante. Non ci sarebbe da stupirsi se un giorno dovessimo rivedere il Milan nuovamente ad alti livelli con il 79 a centrocampo, poiché Kessie rappresenta l’emblema di una squadra che nonostante i soldi spesi in questo calciomercato, rimane umile e affronta ogni partita come se fosse quella della vita, allo stesso modo in cui il giocatore si sacrifica in campo per il club.

Leggi anche:  Probabili formazioni Inter Bologna: esordio dal 1' per Dumfries?

Kessie è stato fortemente voluto al Milan dal duo di dirigenti Mirabelli-Fassone. Appena insediatisi al comando della società rossonera, i due si sono messi sulle tracce dell’ex atalantino strappandolo alla concorrenza della Roma che, di fatto, aveva da gennaio, un accordo di prelazione con i bergamaschi. Nulla da fare. Kessie ha voluto il Milan fortemente e i rossoneri hanno fatto di tutto per prenderlo investendo circa 30 milioni. Una scelta che, finora, sta già dando i suoi frutti e che sicuramente continuerà a darne con grande soddisfazione dei tifosi milanisti.

  •   
  •  
  •  
  •