Montella ironizza su Adani a Sky: “Non mi sembravi un fenomeno…”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
montella

Montella-Adani, gustoso siparietto a Sky

Milan-Rijeka, siparietto Montella-Adani. Successo con il batticuore per i rossoneri in Europa League, grazie ad un gol di Cutrone nel recupero centrano la seconda vittoria consecutiva europea. Grande gioia sulla panchina milanista al gol del giovane attaccante che scaccia qualche fantasma che aleggiava su San Siro. Rinfrancato anche Montella, che era visibilmente sollevato nel post partita. L’allenatore del Milan è stato protagonista di un simpatico duetto con Daniele Adani, opinionista Sky. L’ex difensore di Brescia, Fiorentina e Inter ha fatto notare a Montella come i difensori del Milan stessero posizionati male nel corso della partita. Adani parla a Montella di cattiva postura del corpo rispetto al pallone. Ironica la replica del tecnico milanista:”Da difensore non mi sembravi un fenomeno, oggi leggi anche la postura del corpo dei difensori, bravo. I tuoi ex allenatori saranno molto contenti di te”. Adani reagisce sorridendo, sapendo forse di aver colto nel vivo i problemi del Milan. Un Montella che se l’è cavata con l’ironia, ma sa che la partita con il Rijeka ha confermato i tanti problemi attuali dei rossoneri.

Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto

Il Milan di oggi è una squadra aritmica. I rossoneri vanno avanti con qualche fiammata dei singoli, ma in generale la manovra è molto lenta. Inspiegabile poi il vistoso calo mentale avuto nel finale che ha fatto rientrare in una partita già chiusa il modesto Rijeka. Come già con Cagliari, Udinese, Sampdoria è il Milan stesso a creare le palle gol agli avversari. Un atteggiamento per una squadra chiamata alla stagione del rilancio. Oltre alla postura del corpo sottolineata da Adani, c’è proprio un atteggiamento mentale che va corretto in fretta. Domenica a San Siro arriva la Roma di Dzeko, lì bisogna tenere la guardia alta fin da dentro lo spogliatoio, altrimenti saranno dolori.

Montella sorride con Cutrone. Bonucci-Romagnoli, che pasticci!

E’ ancora una volta Patrick Cutrone a togliere le castagne dal fuoco a Montella. Il classe ’98 con il suo gol al 93′ ha fatto tirare un bel sospiro di sollievo in casa rossonera. Bene anche André Silva, al sesto gol stagionale in Europa League. Forse l’ex Porto meriterebbe una chance anche in campionato. Il portoghese sta crescendo, anche se l’intesa con i compagni è ancora da affinare. Vero è che il feeling con il resto della squadra aumenta giocando tanti minuti, questo in campionato non avviene con frequenza.

Leggi anche:  Mondo del calcio in lutto: morto il campione Romano Fogli

Le noti dolenti in casa Milan arrivano dalla difesa, da Bonucci-Romagnoli. Il capitano rossonero aveva manifestato il suo malcontento per le prestazioni offerte fino ad ora. Anche ieri sera è apparso impreciso, con il clamoroso errore che ha spalancato la via della porta ad Acosty in occasione del 2-1. Ancora più grave l’errore, non il primo stagionale, di Romagnoli in occasione del fallo da rigore. Come sottolineato da Montella molti giocatori del Milan non sono abituati a giocare ogni tre giorni. Ma devono adattarsi in fretta perché cali come quelli visti contro il Rijeka sono inaccettabili a qualsiasi livello. La difesa tre, come preventivabile, non è stata la panacea di tutti i mali. Al Milan serve migliorare l’attenzione, velocizzare il gioco e crescere nelle prestazioni individuali. Non sarà facile farlo, ma già domenica c’è la Roma e dopo la sosta il derby con l’Inter. Sveglia Milan.

  •   
  •  
  •  
  •