Roma, il ritorno di Florenzi: “Adesso sono pronto”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui

 

Alessandro Florenzi

È sicuro: Florenzi torna in campo dal primo minuto di gioco. All’Olimpico di Roma, in data odierna, alle ore 20.45, si giocherà Roma – Verona, valida per la quarta giornata di campionato di Serie A. Sembra una vita per Alessandro, sono trascorsi undici lunghi mesi dalla prima operazione subita al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Ad annunciarlo è stato proprio l’allenatore della Roma, Di Francesco, nell’ultima conferenza stampa: “Florenzi giocherà da titolare domani contro il Verona”. Intanto, il giocatore, ai microfoni di Sky, dichiara: “Tornare dopo tanto tempo è importante per me. E’ stato difficile. Mi sento come se iniziasse una nuova vita, sarà come giocare per la prima volta, quasi come ripartire da zero”. Quella di oggi sarà la sua prima gara ufficiale, ma si era già visto in campo nella gara amichevole con la Chapecoense, venerdì 1° settembre. Sulla partita contro il Verona dice: “Sarà una grande emozione giocare la prima gara ufficiale dopo l’infortunio. Adesso sono pronto”. Inoltre sottolinea: “Quella contro il Verona è una gara importante, dobbiamo assolutamente vincere”.

È finalmente finito il doloroso esilio per Alessandro Florenzi, che scalpita per il ritorno in capo dopo la lunga riabilitazione fatta. L’amara esperienza è stata però d’aiuto al giocatore che, a tal riguardo, afferma: “Ho imparato il valore del sacrificio e del lavoro, ma soprattutto ho avuto modo di raddoppiare gli affetti che avevo vicino”. 
Florenzi rientrerà con cautela, si riprenderà i suoi spazi nella Roma, ma il giocatore non indossa soltanto la maglia dei giallorossi, è anche uno degli azzurri. Proprio per quanto concerne il discorso sulla Nazionale, soprattutto in vista dei mondiali di Russia 2018, dice: “La maglia della Nazionale è un obiettivo, per me e per l’Italia. Attualmente viene prima la Roma, dovrò dimostrare il mio valore sia in allenamento che durante le partite”.

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fiorentina-Inter: quella volta che....Borgonovo decide la gara a tempo scaduto