Serie C : false partenze e rischio esoneri nel girone meridionale

Pubblicato il autore: Enzo La Piana Segui

Concluse le gare della quinta giornata, già traballano altre panchine nel girone C meridionale.

In particolare, sotto la lente d’ingrandimento c’è quella del Cosenza – che nei giorni scorsi non ha avuto omologato il risultato della gara con la Fidelis Andria, dopo il ricorso presentato – dove la  società non si aspettava un’ avvio di campionato così difficile per la squadra rossoblù.

Lupi, che occupano attualmente la penultima posizione in classifica con appena 2 punti, non stanno riuscendo a far valere quanto era nelle intenzioni d’inizio campionato.

Difficile il lavoro di Gaetano Fontana, la cui formazione non decolla, nonostante la squadra allestita nel mercato estivo, sia sulla carta competitiva –  Baclet che è un lusso per la categoria, Massimo Loviso che ha in mano le redini del centrocampo ed il duo Mendicino – Caccavallo –  per il momento il Cosenza, che non ha centrato al momento nessuna vittoria vittoria – non gira.

Dopo il crollo subito a Siracusa, la panchina di Fontana dà la sensazione di essere già piuttosto calda.

Secondo quanto riportato dal sito tuttomercatoweb.com, il club calabrese  starebbe valutando l’esonero dell’attuale tecnico.

Nel frattempo, sono salite le quotazioni di due ex tecnici del Lecce: si tratta di Piero Braglia e Pasquale Padalino.

Rumors anche sulla panchina della Casertana.

La sconfitta con l’Akragas, è stata un rospo difficile da digerire, perchè il tanto atteso  salto di qualità  allo stato dei fatti non si  è notato.

A Scazzola, quindi il difficile compito di raddrizzare subito la nave dei campani, costruita, secondo le intenzioni della società per approdare ad un campionato diverso.

  •   
  •  
  •  
  •