Serie C: Il programma della 4^ giornata che si gioca tra Sabato e Domenica, riposa la Casertana.

Pubblicato il autore: Enzo La Piana Segui


Il Lecce, che sta attraversando un momento particolare dopo le dimissioni di Rizzo, ospiterà al Via del Mare la matricola Rende, sorpresa di questo primo scorcio di campionato. Tra i giallorossi dovranno essere della gara Pacilli, Costa Ferreira e Caturano, mentre potrebbe non esserci Ciancio.

Per la sfida a Brindisi contro la Virtus Francavilla, il Catania di Lucarelli (squalificato) proverà a farsi valere, ma il tecnico dei siciliani dovrà scegliere uno tra Ripa, Russotto e Curiale.La Fidelis Andria, dopo i due pareggi casalinghi contro Juve Stabia e Casertana, al San Vito- Marulla troverà due ex Perina, e Statella, mentre Il tecnico del Cosenza Fontana, vorrà brindare alla prima vittoria stagionale per dare un senso alle ambizioni d’inizio campionato.

Tra il Fondi, a caccia della prima vittoria ed il Siracusa si prospetta una gara entusiasmante. Il mister aretuseo Bianco, si affiderà al consueto 4-2-3-1 potendo contare sui recuperati Turati e Catania.

La Reggina, dopo le buone prove contro Catanzaro Paganese ed in Coppa Italia contro il Rende, affronta al Granillo il Matera, il cui inizio di campionato non è stato proprio brillante.

Dopo Bianchimano, il tecnico di Colleferro, ha in forse anche Tulissi nel reparto d’attacco.Mister Maurizi, dovrà trovare soluzioni alternative per quello che riguarda il reparto offensivo, si potrebbe rivedere – così come a Pagani – un Porcino, terzino fluidificante a ridosso delle due punte, con Solerio – in crescente condizione di forma nel derby di Coppa contro il Rende –  impiegato come esterno basso, mosse queste da non sottovalutare.

Il tecnico amaranto, che ha completato la preparazione a porte chiuse, potrebbe avvalersi del ritorno di Laezza e di elementi duttili come Fortunato e Garufi, con un De Francesco in pieno recupero in cabina di regia.

Le alternative
e le soluzioni da poter adottare anche a gara in corso dunque non mancano, ma gli amaranto dovranno dimostrare che il buon momento che stanno attraversando non è frutto di una casualità.

  •   
  •  
  •  
  •