Twitter passa da 140 a 280 caratteri con il gradimento del mondo del calcio

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Twitter

Dopo 11 anni Twitter attua una rivoluzione che entrerà nella storia. Lo spazio di scrittura dei post, da 140 passa a 280. A beneficiarne non solo persone di altre lingue, come ad esempio quelle asiatiche prive di idiomi che finora non riuscivano a riassumere un concetto, ma anche il calcio. Il social network nato nel marzo 2006, finora è stato utilizzato dalle società per comunicazioni ufficiali da rivolgere ai tifosi. Ora anche le squadre di calcio potranno comunicare meglio con i propri tifosi su Twitter. Con l’aumento dello spazio dei post, la comunicazione dei club può essere più completa. Un’informazione può essere data con maggiore precisione mentre, in questi ultimi  anni bisognava fare un piccolo riassunto di ciò che si voleva comunicare e scegliere gli hastag da inserire. Su Twitter ancor prima dell’inserimento degli hastag in un post, bisogna capire come far percepire il messaggio a milioni di utenti in giro per il mondo.  In questi 11 anni, all’interno del social network  ci sono stati avvenimenti importanti come ad esempio, il primo tweet dallo spazio nel 2010 oppure in Italia nel gennaio 2012 una notizia istituzionale è stata data con largo anticipo rispetto alla carta stampa e alla televisione.

Leggi anche:  Primera División argentina, 11° turno: il River Plate sale al terzo posto

Le società di calcio e il loro rapporto con Twitter

Tra le società calcistiche più attive su Twitter c’è il Milan. Nel periodo Giugno-Agosto l’espressione “passiamo alle cose formali” pronunciata da Fassone durante le presentazioni dei nuovi arrivi è diventata anche un hastag utilizzato nei tweet sul profilo ufficiale del Milan. Era talmente di tendenza quest’estate che anche i tifosi rossoneri lo utilizzavano nei loro tweet relativi al calciomercato del club. Il Milan quindi si mantiene al primo posto nella classifica delle società di Serie A più attive sulla piattaforma da 140 caratteri con 3.660.000 follower. Al secondo posto c’è la Juventus campione d’Italia con 3 milioni e 150 mila mentre al terzo posto la Roma con 1.074.000.  Da sottolineare l’aprezzabile andamento del profilo Twitter del Sassuolo. La squadra del presidente Squinzi può vantare sul social network follower quattro volte superiori agli abitanti del comune emiliano.  Nulla in confronto ai follower degli account ufficiali di Real Madrid con 26 milioni di follower  e Barcellona con 24.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?

Se  si valuta invece i profili in lingua straniera delle società di Serie A c’è il sorpasso dei bianconeri sui rossoneri.  La Juventus oltre a quello ufficiale ne ha altri cinque: uno  inglese, uno spagnolo, uno indonesiano, uno giapponese e uno arabo.  Il Milan,  che su quello ufficiale alterna tweet in lingua inglese e tweet in lingua italiana, ne ha altri due: uno per i tifosi brasiliani e uno per quelli giapponesi.  Molto attiva per quanto riguarda i profili Twitter in lingua straniera anche l’Inter. I nerazzurri hanno: uno in lingua inglese, uno in lingua indonesiana, uno in giapponese, uno in arabo e addirittura uno in lingua turca.  La Roma ha cinque account in lingua straniera come l’Inter: uno in inglese, uno in spagnolo, uno in brasiliano,uno in indonesiano e infine uno in arabo visto che nella sua rosa fino al mese di giugno era presente l’egiziano Mohamed Salah.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?

Quindi possiamo dire che le società di Serie A hanno un buon seguito  su Twitter. Ormai il tifoso se vuole sapere una notizia sulla propria squadra di calcio va direttamente sui social e non più sul sito come succedeva fino a qualche anno fa.

  •   
  •  
  •  
  •