Allegri: “Con l’Udinese sarà una gara fondamentale”

Pubblicato il autore: William Truppi Segui

La Juventus, ad Allegri, cercano il pronto riscatto in campionato nella difficile sfida contro l’Udinese

L'allenatore della Juventus Allegri

L’allenatore della Juventus, Allegri

L’attuale momento in campionato della Juventus, e del suo allenatore Allegri, non è certo dei migliori, con solo un punto raccolto nelle ultime due partite (pareggio con l’Atalanta e sconfitta contro la Lazio), ma anche le prestazioni europee non convincono stampa e tifosi, pronti ad accusare l’allenatore bianconero per la poca cattiveria e spregiudicatezza dei suoi giocatori. La sfida contro una buona compagine come l’Udinese, quindi, arriva in un momento molto delicato per la Juventus, anche a fronte dei troppi infortuni maturati da inizio stagione. Nella conferenza stampa pre-partira, Allegri ha quindi risposto ad una lunga serie di domande relative appunto a questo particolare momento di forma degli attuali Campioni d’Italia:

SFIDA CON L’UDINESE – “E’ una tappa particolare, andiamo a Udine sempre in un momento delicato. Loro faranno una partita fisica e attenta, più di altre volte. Dovremo essere all’altezza, farci trovare pronti e fare più punti possibili prima della sosta”.

SITUAZIONE INFORTUNI ED INFORTUNATI – “Marchisio domani è convocato, non Matuidi che ha avuto un risentimento al flessore. De Sciglio è con la squadra, Howedes da lunedì. Pjaca andrà a giocare con la Primavera al più presto, dobbiamo avere la pazienza di passare queste ultime settimane, con queste tre partite di campionato e Lisbona, chiudendo con il Benevento. Dopo la sosta saremo tutti insieme e avremo più tempo.
Gli infortuni capitano durante l’anno e dobbiamo fare di necessità virtù. In questo momento dobbiamo fare gruppo e con serenità sapere che è più difficile fare punti adesso in questa situazione.”

CASO RUGANI – “Domani giocherà. Ho fatto delle scelte perché in allenamento non mi ha dato garanzie giuste, poi gli altri sono di grande livello. Può capitare di stare fuori”.

NAPOLI ED INTER – “Spero un pareggio ma noi dobbiamo vincere domani. Il Napoli quest’anno si sta confermando, sono cresciuti molto in Europa, hanno fatto una bellissima partita mercoledì dimostrando che possono competere con le big d’Europa. Spalletti è un grande allenatore, l’Inter ha una grande solidità e giocatori importanti. Sono due squadre che con Milan, Roma e Lazio ci troveremo in fondo. Anche se alla fine le squadre a lottare per il titolo saranno tre.”

DUBBIO DOUGLAS COSTA – Sta bene, cambio importante. Nelle grandi squadre, i cambi sono importanti. Nelle partite dove abbiamo fatto fatica, i cambi non sono stati decisivi. Gioca? Devo decidere”.

ALEX SANDRO“Durante la stagione ci sono momenti in cui uno sta meglio o peggio, ma fa parte del calcio. Fisicamente sta bene ed è un giocatore importante anche se ultimamente ha fatto meno bene”.

DIFESA NON AL TOP DELLA CONDIZIONE – “Abbiamo fatto 3 trasferte e preso 5 gol. Dobbiamo avere come obiettivo non prenderli domani. Primo quarto d’ora entriamo sempre molli, dobbiamo capire che così non possiamo approcciare”

PAULO DYBALA – “È tornato dall’Argentina con mezzo attacco influenzale, non ha giocato per quello sabato. Per quello che riguarda le cose fuori dal campo, Paulo ha carattere e sa e saprà gestirle, è normale che capitino, lui è sereno e domani gioca”

INVERSIONE DEGLI ESTERNI D’ATTACCOGià con la Lazio volevo invertire Mandzukic e Douglas Costa, forse se lo avessi fatto avremmo battuto la Lazio. Ma i punti con lo Sporting erano più importanti in questo momento”

POSSIBILE TURNOVER – “Come una volta, domani abbiamo sedici di movimento più i portieri. Momento delicato, abbiamo anche tanti giocatori che devono recuperare la condizione”.

Clicca qui per il video della conferenza stampa di ALLEGRI

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Gollini, numeri da record: 0,68 goal a partita e 42% di clean sheet