Anna Frank, a Bologna ultrà Lazio intonano cori fascisti. A Torino, tifosi Juve cantano Inno Mameli

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui


Ieri sera, nella 10.a giornata di campionato, la Lazio ha vinto sul non facile campo del Bologna ma evidentemente alcuni tifosi laziali, non riescono a dimenticare la loro appartenenza politica. Durante il match dello stadio Dall’Ara, i biancocelesti presenti nel settore ospiti hanno intonato ancora cori fascisti. Un’ulteriore presa di posizione quella dei laziali nonostante il dilagare delle polemiche in seguito al fotomontaggio rinvenuto in Curva Sud, domenica scorsa, con l’immagine di Anna Frank in maglia romanista. A poco è valsa, dunque, la scelta della Lazio di indossare una maglia commemorativa con l’immagine della ragazza ebrea, deportata dai nazisti, durante il riscaldamento pre partita.

Stesso criticabile episodio in Juventus -Spal con i tifosi bianconeri che hanno cantato l’inno di Mameli durante il minuto in cui lo speaker ha letto un brano del “Diario di Anna Frank” con le due squadre a centrocampo prima del calcio d’inizio. Peraltro un gruppo di supporters bianconeri, i Viking1986, hanno anche pubblicato un comunicato di “solidarietà” nei confronti dei laziali. Eccone uno stralcio: “(…) Ricordiamo che nessun minuto di silenzio o lettura strappalacrime è stata fatta quando, per mano delle forze dell’ordine, venne assassinato Gabriele Sandri con un colpo di pistola in un autogrill ad Arezzo. Nessuna iniziativa è mai stata fatta prima del calcio d’inizio di una partita per gli Ultras attivi nel sociale, tra i primi a intervenire concretamente durante i terremoti recenti in Abruzzo/Lazio/Marche ed Emilia, o durante le alluvioni in Toscana e Liguria, o quando vengono raccolti migliaia di € per beneficenza o per le cure di un piccolo tifoso malato.”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Serie A DAZN 19a giornata: il programma delle gare