Benitez: “Napoli una seconda casa. Sarri un grande, De Laurentiis? Mai più sentito”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
benitez

Benitez, la verità del tecnico spagnolo sul Napoli

Benitez-Napoli, è stato vero amore. A tre e mezzo dal suo addio al calcio italiano Rafa Benitez torna a parlare della sua esperienza partenopea. L’allenatore spagnolo, ora al Newcastle, ha parole dolci per la città e i tifosi, meno per Aurelio De Laurentiis. In una lunga intervista concessa a Repubblica Benitez parla a cuore aperto della sua avventura con il Napoli. Innanzitutto l’ex tecnico partenopeo chiarisce un suo vecchio attacco al calcio italiano, quando lo definì “una merda”:”Fu uno sfogo di pancia, legato a un singolo episodio di campo, a Parma. I nostri avversari facevano ostruzionismo e l’arbitro era rimasto a guardare, senza tutelare il mio Napoli. Tutto qui, ho sempre avuto grande stima del calcio italiano, uno dei più vincenti del mondo. Benitez parla poi del suo rapporto con la città di Napoli:“E’ meravigliosa, per certi versi assomiglia alla Spagna. Lì non ho mai sentito la nostalgia di casa. La prima stagione è andata benissimo, nella seconda ci sono stati problemi con il mercato”. Qui cominciano le punzecchiature a De Laurentiis:Fu fato qualche errore sul mercato. Reina andò via, oggi è ancora uno dei leader della squadra”.

Benitez comunque resta un tifoso del Napoli:Appena posso guardo gli azzurri in tv. Hanno un calcio piacevole, Sarri è un grande allenatore. Negli ultimi anni si sono piazzati sempre in alto in classifica, magari questo potrebbe essere l’anno buono per vincere”. Il tecnico spagnolo non ha rimpianti per il suo addio agli azzurri:”Anche senza la chiamata del Real Madrid sarei andato via lo stesso, era il momento giusto per cambiare”.

Benitez:”Higuain? Non l’ho capito. De Laurentiis? nessun rapporto”

Benitez, durante l’intervista a Repubblica, ha parlato anche della scelta di Gonzalo Higuain di passare dal Napoli alla Juventus. “La scelta di Gonzalo mi ha stupito ed effettivamente è stata un po’ strana, per la rivalità che c’è tra le due squadre e pure tra le città. Ma è stata una sua decisione e io devo rispettarla: non importa se mi sia piaciuta o no. Un’altra stoccata alla società e ad Aurelio De Laurentiis, che ha la colpa di aver ceduto Reina contro la volontà del tecnico. Con il presidente i rapporti non si sono chiusi bene, infatti “Non l’ho più sentito, non è capitato”.

Infine Benitez parla della possibilità di vincere lo scudetto in questa stagione per il Napoli:”Gli azzurri hanno tutto per vincere. Ma tutto l’ambiente deve smetterla di dubitare delle proprie capacità, sono una squadra di vertice da anni e vincere sarebbe nell’ordine naturale delle cose”. Parole che non possono che far piacere ai tifosi partenopei,  che attendono da anni una grande vittoria. Se il Napoli è una squadra di alto livello il merito è anche di Benitez che ha dato una mentalità europea alla squadra azzurra. Reina, Albiol e Callejon sono arrivati anche grazie alla presenza del tecnico spagnolo sulla panchina azzurra. Se il Napoli dovesse davvero tornare a vincere lo scudetto, sarà anche merito di Benitez. Uno più inglese che spagnolo che comunque porta Napoli e il Napoli nel cuore. E lo farà sempre.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 19.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN