Bologna-Spal: 2-1. Le pagelle dei biancazzurri

Pubblicato il autore: alessandro marone Segui

Al ” Renato Dall’Ara” il Bologna si aggiudica di misura il derby con la Spal e conquista il terzo successo consecutivo. Poli firma il vantaggio con un inserimento vincente alla mezz’ora su assist di testa Palacio, pescato in area da un bel cross di Di Francesco. In avvio di ripresa il Bologna raddoppia grazie all’autorete di Salamon, il quale devia nella propria porta un tiro-cross di Donsah, autore di una pregevole azione personale. Nel finale Antenucci riapre il match con un gioiello, Salamon sfiora il 2-2 allo scadere, in pieno recupero rossoblu vicinissimi al tris con la traversa di Palacio.

Le pagelle della Spal.

GOMIS: 6. Incolpevole sui due gol rossoblu, compie pochi interventi, ma dimostra sicurezza tra i pali e se la cava bene nei disimpegni con i piedi. Ferma Palacio, autore di un pregevole slalom, con una coraggiosa uscita bassa.

SALAMON: 5,5. In avvio sfiora il gol svettando di testa sul corner di Viviani. Soffre la rapidità delle punte rossoblu, perde Poli in occasione del vantaggio rossoblu, è sfortunato quando devia nella propria porta il tiro-cross di Donsah. Nel finale gioca da attaccante aggiunto e prova a riscattarsi andando vicinissimo al 2-2, ma la sua girata termina sul fondo.

Leggi anche:  Insigne cerca il 100° gol in azzurro ma sbaglia quello più importante

VICARI: 6. Prestanza fisica e solidità difensiva, si fa valere nei duelli aerei, a volte prova a far ripartire l’azione dalle retrovie. Nel primo tempo si fa notare anche per un discreto tentativo dalla distanza.

FELIPE: 5,5. Il giocatore più esperto della retroguardia spallina cerca gloria in attacco e si rende pericoloso in un paio di circostanze svettando sulle palle inattive. Si fa saltare nettamente da Verdi in avvio di ripresa, in affanno anche su Palacio.

LAZZARI: 5,5. La squadra attacca maggiormente dalla corsia opposta, la velocità è una delle sue armi, ma stavolta si fa notare poco. Chiede un calcio di rigore su un cross basso dalla linea di fondo.

SCHIATTARELLA: 5,5. Abbastanza nervoso nella prima frazione di gioco, confusionario e poco nel vivo del gioco, non garantisce i consueti inserimenti. Meglio nella ripresa.

Leggi anche:  Milik al Marsiglia: affare fatto, partenza alle 10.30 e visite mediche

VIVIANI: 6. Si piazza davanti alla difesa, ha piedi educati e prova a dettare i tempi e impostare a metà campo. Cala nel secondo tempo.

MORA: 5,5. “Il filosofo” dispensa ordine, equilibrio e sostanza in mezzo al campo e prova qualche tocco filtrante per le punte col suo mancino. Più impreciso e meno lucido del solito, in avvio di ripresa commette qualche fallo di troppo e Semplici lo richiama in panchina.

RIZZO:  5,5. L’ex (fischiato dai tifosi rossoblu) non incide particolarmente sul match. Una conclusione debole col piattone e qualche spunto.

COSTA: 6. Ingaggia un bel duello tutto grinta e velocità con Mbaye sulla corsia mancina e spesso ha la meglio nella prima frazione di gioco. Molto propositivo, alterna bene le due fasi e asfalta la fascia con costanza sfornando qualche suggerimento interessante.

Leggi anche:  Udinese, Lasagna pronto alla cessione con il Verona

ANTENUCCI: 6,5. Lodevole impegno, lotta su ogni pallone, fa tanto movimento e cerca di giocare di sponda. Riapre il match con un delizioso destro di collo-interno dal limite dell’area e suona la carica per spingere i suoi alla ricerca del pari. Secondo centro in serie A per l’attaccante di origini molisane; l’ultima rete sette anni fa con la maglia del Catania.

PALOSCHI: 5,5. Una conclusione debole (disturbato da un difensore) nel primo tempo, trova il gol nella ripresa, ma è in fuorigioco. In avvio di ripresa viene rilevato da Borriello.

BORRIELLO: 5,5. Ha recuperato dall’infortunio e Semplici gli concede più di mezz’ora. Il bomber napoletano prova a far salire la squadra ma non riceve molti palloni giocabili e non trova il guizzo vincente. Ammonito per un brutto fallo su Palacio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,