Calendario Serie A, oggi la 10.a giornata: il programma dei match del 25 ottobre

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Serie A, i duelli 10a giornata

Il turno infrasettimanale di Serie A offre grandi spunti di interesse. Ci troviamo all’alba della decima giornata con la classifica che al momento vede l’Inter di Spalletti prima in classifica almeno per 24 ore dopo il successo contro la Sampdoria 3-2. Bisogna dire che l’Inter grazie alla cura del tecnico toscano ha ritrovato se stessa e sembra in grado di competere seriamente per lo scudetto, ed il primo tempo della partita di ieri è stato straordinario, giocato ad alti ritmi, cosa che non si vedeva da anni ormai e la Samp era frastornata dai continui assalti nerazzurri, i quali nella ripresa hanno riscontrato delle difficoltà dovute alla stanchezza, favorendo così il rientro in gioco dei blucerchiati.
Questa sera il resto della giornata, con il Milan che adesso si trova ad un bivio e Montella che rischia seriamente la panchina nel caso in cui non battesse il Chievo a Verona. Bisogna vedere se questa volta il tecnico campano riuscirà a cucire un abito su misura facendo in modo che il Milan possa risollevarsi presto, dato che la classifica piange ed i risultati pure, non vincendo ormai da 35 giorni in campionato. Invece il Chievo si sta dimostrando una squadra ostica, in grado di mettere in difficoltà tutte le altre formazioni, grazie ad un gruppo ormai collaudato e di esperienza, ma soprattutto per merito di un allenatore, Maran, che sa il fatto suo.

Leggi anche:  Inter-Milan 2-1, scontro Ibrahimovic e Lukaku: ecco le frasi dette

Questa è la situazione più calda che il calendario di Serie A offrirà stasera, mentre per quanto riguarda l’alta classifica sono da seguire le grandi della classe impegnate nella rincorsa verso il titolo e nell’inseguimento all’Inter in prima posizione. Il Napoli, secondo al momento, è ospite del Genoa, reduce dallo 0-0 di San Siro ricco di polemiche, che in casa nella stagione corrente non ha mai vinto e che necessita di punti per allontanarsi dalla zona rossa della classifica, trovandosi momentaneamente a quota 6 punti insieme a Udinese, Cagliari, Crotone e Verona. Match che sembrerebbe proibitivo per i grifoni, con il Napoli arrembante alla ricerca dei 3 punti dopo lo 0-0 interno contro l’Inter, con tutti gli uomini migliori in campo, che Sarri sarebbe intenzionato a schierare.
La Juventus ha un turno agevole sulla carta, ricevendo in casa la SPAL dopo il ko interno contro la Lazio di sabato scorso e la vittoria 2-6 ottenuta a Udine, e dovrà gestire al meglio l’assenza di Mario Mandzukic, squalificato per proteste a causa di un rigore non assegnatogli. Si prevedono molti cambi, con Allegri che dovrebbe schierare al fianco di Dybala sia Bernardeschi che Douglas Costa, dietro all’unica punta Higuain, anche in vista del big match di sabato delle ore 18 contro il Milan. La SPAL deve gestire le forze e badare più che altro a non fare brutte figure, e cercare di raccogliere il massimo possibile dalle prossime sfide, dato che la partita contro la Juve sulla carta è proibitiva. Ritorno a Torino, da ex, per Marco Borriello.

Leggi anche:  Inter, Conte: “Eriksen? Ce lo teniamo stretto, fa parte di un progetto”

Le squadre di testa hanno tutte partite semplici sulla carta, e anche la Roma mantiene l’assetto testa-coda del decimo turno di campionato: Roma-Crotone è anch’essa una partita scontata sulla carta, con i capitolini che cercano di mantenere la scia delle squadre davanti e per farlo deve tornare a vincere in casa dopo lo stop subito contro il Napoli ed i 3 punti ottenuti a Torino. I pitagorici non hanno mai segnato nei due match dello scorso anno contro la Roma e questa sera devono cercare di non sfigurare, ma classifica alla mano, difficilmente verranno distaccati dalle altre ultime della classe, a causa degli impegni difficili che dovranno affrontare SPAL, Verona, Cagliari e Genoa mentre l‘Udinese, a quota 6 punti, con Delneri a rischio esonero, se la vedrà contro il Sassuolo che si è risvegliato, pur avendo 5 punti in meno rispetto alla passata stagione.
La Lazio fa sognare essendo a quota 22 punti al terzo posto in coabitazione con la Juventus e dopo la partita che ha fatto parlare più per i fatti avvenuti sugli spalti contro il Cagliari, torna in campo a Bologna, senza i tifosi che hanno rinunciato alla trasferta. I felsinei dopo 3 vittorie consecutive hanno dovuto arrendersi contro l’Atalanta che in casa hanno perso solo una volta in questo inizio di campionato, che anticipa alle ore 18:30 contro il Verona che invece ha raccolto in trasferta solo 2 punti, contro Torino e Crotone.
Il Torino sarà di scena a Firenze, dopo il ko interno contro la Roma e Mihajlovic prosegue la sua striscia negativa che prosegue dal 20 settembre, data della sua ultima vittoria, mentre i gigliati sono alla ricerca della terza vittoria consecutiva, dopo le vittorie ottenute contro il Benevento e contro l’Udinese.

Leggi anche:  Buon compleanno José Mourinho! Lo Special One festeggia 58 anni

Il quadro del decimo turno di Serie A, si chiuderà con l’analisi di Cagliari-Benevento, due squadre in crisi. I sardi hanno appena esonerato Rastelli e cercano di non incappare nella sesta sconfitta consecutiva, mentre i campani sono alla ricerca del loro primo punto nel massimo campionato, ma la salvezza resta un miraggio ormai sbiadito dato che le “Streghe” hanno battuto il record negativo di peggior partenza in Serie A, appartenente al Venezia quando nel 1949 fece un filotto di 8 partite senza ottenere alcun punto.

  •   
  •  
  •  
  •