Champions League: Napoli qualificazione a rischio, lo Shakthar inguaia gli azzurri

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui


Un Napoli bello a metà, che soffre tantissimo nei primi scorci della gara, subendo un micidiale 2-0 in appena cinque minuti, con l’uno due a firma Sterling e Gabriel Jesus, ha l’occasione di rimettersi con carreggiata, grazie ad un rigore giustamente concesso dall’arbitro dell’incontro, il sig. Mateu Lahoz, per la “cintura” di Walker e clamorosamente sbagliato da Dries Mertens, poi un secondo tempo in crescendo, fino all’inutile gol della bandiera, su rigore stavolta calciato da Diawara.
Si può riassumere in questo modo la delicata sfida di Champions contro il City del guardingo Guardiola, che sa soffrire al punto giusto quando il Napoli si risveglia dallo shock iniziale.
Una sconfitta che però complica e non poco i piani della squadra allenata da mister Sarri. Lo Shakthar Donetsk, con la vittoria di Rotterdam di ieri sera contro il Feyenoord, si colloca di forza alle spalle del City, quest’ultimo al vertice del girone, collezionando sei punti sui nove disponibili, risultando di fatto la seconda potenza del raggruppamento. Il Napoli è di fatto la terza forza, con appena tre punti, frutto dell’unica vittoria ottenuta senza poche difficoltà in casa contro gli olandesi del Feyenoord, in cui, anche in quella occasione, alcune disattenzioni stavano per costare caro alla squadra partenopea, concedendo un generoso rigore agli ospiti che consentì loro di rientrare in maniera prorompente in partita.
Brucia e non poco la sconfitta patita dai campani in terra ucraina, quando Insigne e compagni uscirono con le ossa rotte dal Metalist Stadium.
Ora occorre stare attenti, per evitare di compromettere in maniera irreversibile i piani qualificazione della società cara al patron De Laurentiis.
L‘obiettivo primario è raccogliere il massimo dei punti disponibili nei prossimi scontri diretti, entrambi in casa al San Paolo. Infatti, in ordine di arrivo, gli azzurri affronteranno prima il City, il 1° Novembre, poi lo Shakthar, il 21 novembre. Chiude il calendario la sfida abbordabile, almeno sulla carta, di Rotterdam contro il Feyenoord.
E per preparare al meglio queste sfide, bisogna far tesoro degli ultimi errori, impegnandosi a non ripeterli più. Il potenziale c’è e sarebbe ingiusto, oltreché inimmaginabile, un clamoroso colpo di scena per la squadra di Sarri.

Leggi anche:  Napoli, Petagna recuperato, ancora problemi per Mertens
  •   
  •  
  •  
  •