Champions League, stasera Manchester City-Napoli e Real Madrid-Tottenham sono i big match

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui

Torna a suonare la musichetta della Champions League questa sera e tra le tante partite in programma, due spiccano per il valore degli uomini che scenderanno in campo: Manchester City-Napoli e Real Madrid-Tottenham. Nella serata di domani andranno in scena altre sfide importanti che coinvolgeranno le altre due italiane impegnate nella massima competizione europea ovvero la Juventus e la Roma, ma andiamo con ordine.
All’Etihad Stadium di Manchester gli uomini di Maurizio Sarri saranno chiamati a compiere una prestazione di alto livello contro il City di Pep Guardiola. Ad affrontarsi saranno due squadre prime nei rispettivi campionati con il Napoli che in Italia sta avendo un rendimento migliore, con 8 vittorie consecutive, rispetto al Manchester City che a fronte di 7 successi ha ottenuto 1 pareggio. Sarà una grande sfida, con due formazioni spettacolari che fanno del bel gioco il loro punto forte e quindi sia Napoli che Manchester City si affronteranno a viso aperto, con in palio il primo posto del girone F: nel caso in cui vincessero i Citizens, la banda di Guardiola salirebbe a quota 9 punti, ponendo una seria ipoteca sulla qualificazione agli ottavi del prossimo febbraio, mentre se a spuntarla fossero i partenopei, gli uomini di Sarri aggancerebbero in prima posizione proprio il City di Pep. Da registrare che il Manchester non perde in casa ormai da 2 anni: ultima sconfitta risale al settembre 2015, quando la Juventus di Allegri di impose 1-2 con le reti di Mandzukic e Morata. Dato curioso anche quello per cui la prima partita del City in Champions League è stata disputata proprio contro il Napoli nel 2011, match terminato 1-1 con le reti siglate da Cavani e Kolarov.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

Parole d’elogio di Guardiola nei confronti del Napoli, il quale ha dichiarato che la squadra azzurra gioca un calcio spettacolare, uno dei migliori d’Europa, dalla cui gestione del pallone prende parecchie volte spunto per poter organizzare al meglio la propria squadra. Merito soprattutto di Sarri che ha saputo imporre un gran bel gioco fin dall’inizio, creando un gruppo solido ed affiatato.
Partita che però, secondo lo stesso tecnico del Napoli, non è così importante come potrebbe sembrare, ma Sarri ha comunque dichiarato di voler vedere in campo “11 giocatori folli capaci di palleggiare in faccia al Manchester City”.
E’ indubbio che per battere questo City, con individualità superiori sulla carta rispetto al Napoli, servirà la partita perfetta, ma si dovrà anche fare i conti col big match di sabato contro l’Inter, che al momento sembra avere la priorità e non è escluso un turno di riposo per uno dei gioielli della squadra. Inoltre in conferenza, Sarri non ha mancato di parlare della Lega, lanciando una provocazione, inerente al fatto per cui la gestione dei calendari da parte della Federazione è inadatta.
Sarà una sfida magica, affascinante soprattutto leggendo le due formazioni che probabilmente scenderanno in campo, con Hamsik, Mertens, Callejon, da una parte e Sterling, Walker, De Bruyne dall’altra.
Il Napoli potrebbe rappresentare un vero e proprio spot per il calcio italiano, se riuscisse a battere Guardiola, l’uomo delle stelle e delle Champions League.

Leggi anche:  Finale di Supercoppa Italiana, è la quarta sfida tra Juventus e Napoli

Sulla carta, un altro match da guardare con attenzione questa sera sarà Real Madrid-Tottenham, con le due squadre reduci da due vittorie consecutive contro Borussia Dortmund e APOEL, e quindi appaiate in testa ed anche con la stessa, identica media reti. Questa sera si vedrà al Bernabeu quale delle due squadre sarà la miglior candidata a passare per prima il girone, ma per il Tottenham sarà molto complicato riuscire a sorpassare la formazione di Zidane, la più forte del mondo al momento, soprattutto se si pensa all’extraterrestre Cristiano Ronaldo, che in Champions League si esalta e riesce a dimostrare praticamente cos’è il calcio. Le presenze in campo con la maglia del Real sono 400 e le reti realizzate 411 di cui 111 messe a segno in Champions. Bastano solo i numeri per descrivere CR7.
Ma Real Madrid-Tottenham non è solo Ronaldo, sarà la partita delle stelle, come Benzema, Modric, Casemiro da una parte coi Blancos ed Harry Kane, Sissoko, Aurier dall’altra con gli Spurs.
Insomma, senza trascurare gli altri match della serata queste due saranno le sfide da seguire con maggior interesse per vivere un ultimo turno del girone di andata della prima fase di Champions League davvero stellare.

  •   
  •  
  •  
  •