Champions: Show allo Stamford Bridge e prima volta di Dzeko

Pubblicato il autore: trivano Segui

Una notte magica, anzi ‘maggica’ come si dice a Roma, si perchè lo spettacolo andato in scena ieri sera tra Chelsea-Roma allo Stamford Bridge vale il prezzo del biglietto. Sei gol all’arena di Fulham Road, 3-3 il risultato al fischio finale, un pareggio che va decisamente stretto alla Roma che, sotto di due gol, rimonta, domina i Blues e passa in vantaggio, unico rammarico il pareggio ad opera di Hazard a dieci minuti dal triplice fischio.

Roma a testa alta e la prima volta di Dzeko

E’ una Roma a testa alta quella che esce dallo Stamford Bridge, il rammarico per un pareggio dopo una prestazione a livelli altissimi, sono tutte nelle parole di Eusebio Di Francesco “meritavamo di più, potevamo vincere“. Esemplare la prova di tutta la squadra, tra tutti spicca Kolarov con una prestazione da top player, gol e assist per il serbo, ma gli applausi vanno tutti a Edin Dzeko. Il bosniaco autore della doppietta, che ha dato l’illusione di poter vincere l’incontro, si fatto carico di una Roma forte e con voglia di riscatto. Nei giorni scorsi aveva detto che fare goal è la cosa più importante, ieri sera lo ha dimostrato mettendo a segno il 100simo goal con la maglia della Roma. “Una notte splendida”, dice l’attaccante, ” penso che potevamo vincere, ma anche un punto va bene”, il bosniaco sfata un altro tabù, ” non avevo mai fatto gol al Chelsea…” e con un sorriso, “oggi ne ho fatti due”.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, Padovan: "Il Napoli vincerà, la Juve è debole"

La partita

Avvio grintoso della Roma che impone il proprio gioco e il Chelsea per dieci minuti esce raramente dalla propria metà campo. Di Francesco aveva chiesto un approccio diverso da quello contro il Napoli, e i ragazzi lo accontentano, gestiscono con ordine e quando trovano spazi liberi li sfruttano mettendo in crisi gli avversari. Ma poco dopo il tiro di poco alto di Diego Perotti, alla prima occasione presentatasi ai padroni di casa, la Roma subisce il gol. Passaggio filtrante di David Luiz, respinta di Juan Jesus la palla torna sui piedi del brasiliano che colpisce da fuori area e trova il gol.
La Roma accusa il colpo, Naiggolan, che indossa la fascia di capitano perchè DDR è in panchina, sprona i suoi compagni, ma gli errori sono tanti, il possesso palla lento e prevedibile, da la possibilità al Chelsea di controllare la Roma senza rischiare troppo. Nella mezz’ora successiva la Roma sembra bloccata, non trova spazi, crea solo due occasioni una con Radja Naiggolan, che si fa deviare in angolo da Courtois, e con Diego Perotti che spreca tirando tra le braccia del suo connazionale e portiere dei Blues.
La distrazione paga caro e Peres, che  perde palla a centrocampo, favorisce la ripartenza della squadra di Conte, il tiro di Alvaro Morata rimpallato da Fazio finisce su Hazard, che a due passi da Allison non sbaglia.
Due a zero e palla al centro, negli occhi e nel cuore dei tifosi, delusione assoluta, se è vero che la Roma non abbia fatto chi sa che cosa, è pur vero che il Chelsea è rimasto li a guardare senza far niente di eclatante, ottenendo un parziale vantaggio quasi immeritato. Ormai giunti nei minuti finali del primo tempo ci pensa Kolarov a tirare su il morale dei romanisti, che prima dribla Azpilicueta e una volta entrato in area scarica il suo sinistro mettendo la palla alle spalle di Curtois.

Leggi anche:  Supercoppa Italiana, dove vedere Juventus Napoli: streaming gratis e diretta TV Rai 1?

Il secondo tempo comincia come era finito il primo. La Roma comanda il gioco, adesso però appare più serena, pochi errori e il chelsea è racchiso tutto in difesa, quasi a proteggere il risultato. Perotti è diventato in’arrestabile, Dzeko difende palla, fa salire la squadra, lotta su ogni pallone, la difesa gioca alta per non lasciare spazio agli avversari, e proprio da una verticalizzazione di Fazio, che la Roma trova il pareggio, potente sinistro al volo di  Edind Dzeko e gol del 2-2.
Adesso la Roma non ha la benchè minima paura, spinge sempre di più nessun errore, il Chelsea è completamente in balia dei Giallorossi che, non solo impongono il loro gioco, danno spettacolo con giocate brillanti e possesso palla.
La Roma spinge fino a trovare il terzo gol, doppietta per il numero 9 romanista, l’impresa è quasi riuscita, i Giallorossi padroni del gioco non mollano la presa e cercano il quarto centro, sognano il colpaccio, l’assalto a Stamford Bridge è quasi riuscito, ma è Hazard che riporta tutti sulla terra, a pochi minuti dalla fine l’attaccante dei Blues, da solo in area, impatta di testa e segna il gol del pareggio. 3-3 al triplice fischio.

  •   
  •  
  •  
  •