Chievo-Verona 3-2, Pellissier regala il derby ai clivensi

Pubblicato il autore: Barbiera Vincenzo Segui

Il lunch match di oggi ha visto   derby di Verona tra due sqaudre con due opposti stati di forma e di classifica.
Il Chievo verona ha affrontato la partita dimostrando un ottimo stato di forma fisica e mentale coadiuvato dal fatto che la squadra è praticamente uguale a quella dell’anno scorso e che ormai gioca e si muove a memoria nei vari momenti di gioco; il Verona invece, neo promossa dalla serie B, sta attraversando un momento molto delicato: Una sola vittoria all’attivo ( con il Benevento), tre pareggi e quattro sconfitte;  differenza reti di -12 con soli quattro gol fatti.

Il derby si è giocato sotto la pioggia, ma le due squadre non si sono risparmiate e hanno messo in ogni giocata grande intensità fisica e agonistica; il Verona è andato in vantaggio con Daniele Verde al 6° minuto di gioco con un tap in a porta vuoto arrivato dopo una bella azione manovrata conclusa dall’ex romanista.
Il Chievo non appena subito il gol ha subito reagito mettendo carattere ed esperienza in una pressione agonistica veemente; le qualità dei suoi giocatori migliori, Birsa e Castro su tutti, hanno permerso di raggiugere dopo sedici minuti  il pareggio al minutpo 23° con Roberto Inglese, che di testa mette dentro un bel cross di Birsa arrivato su calcio di punizione.
Rigore al minuto 29° a favore del Chievo: Zuculini atterra ingenuamente in area Hetemaj.
Dal distecco va Inglese che non sbaglia insaccando nell’angolino sinistro basso. Raddoppio e sorpasso del Chievo sul Verona.
Al 39° minuto il mediano argentino Zuculini dell’Hellas Verona si fa espellere per doppia ammonizione a causa di una scivolata pericolosa effettuata in una zona di campo in cui avrebbe potuto tranquillamente temporeggiare.
All’8° minuto di gioco del secondo tempo deviazione di mano da parte di Gamberini in area di rigore, l’arbitro scioglie ogni dubbio con l’ausilio del  VAR, assegna il rigore e ammonisce il difensore del Chievo.
per il Verona sul dischetto va Pazzini che non sbaglia e riporta in pareggio il risultato.
Al 27° minuto l’immortale, l’infinito Pellisier mette dentro il gol del 3 a 2 spingendo, in maniera anche fortunosa, la sfera oltre la line di porta. Cross dalla destra di Cacciatore, Pellissier si sgacia dalla marcatura e da solo davanti la porta mette dentro la palla che gli vale il 108° gol in carriera e il 3° gol in un derby di Verona diventando così il miglior marcatore di tutti i tempi nel derby scaligero insieme a Luca Toni per il Verona e a Federico Cossato per il Chievo.

Leggi anche:  Serie A femminile, questo fine settimana si disputa la dodicesima giornata

Il primo derby della Scala della stagione è andato oltre ogni aspettativa; si pensava a una partita tattica, dura, sterile dal punto di vista di azioni e gol; invece è stata una partita ricca di intensità, emozioni e coronata da ben 5 gol.
Questo derby, il 17° della storia, se lo porta a casa il Chievo Verona.
Consideriamo anche che questo derby ha segnato anche il dominio della stracittadina poichè il conteggio fino ad oggi diceva che in sedici derby giocati ci sono state 6 vittorie per parte e 4 pareggi.

  •   
  •  
  •  
  •