Classifica Serie A, in vetta è più corta che mai

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
Serie A

Classifica Serie A, in vetta è “corta”

Con il sipario della nona giornata di Serie A quasi chiuso, aspettando il posticipo di questa sera tra Lazio Cagliari, la classifica sembra aver dato importanti spunti per il prosieguo della competizione nazionale.
Alla luce del pareggio di ieri sera nel big match del San Paolo tra Napoli e Inter, nonché dell’imponente risultato della Juventus di questa sera alla Dacia Arena contro l’Udinese di Delneri per 6-2, si delinea un’interessantissima classifica.
La capolista indisturbata almeno per il momento è il Napoli di Sarri che può far tesoro dell’imbattibilità contro l’attuale diretta concorrente, ovvero l’Inter di Spalletti, che ieri sera ha sfoderato una prestazione a tutta difesa per sovvertire le incursioni del velocissimo tridente azzurro. Ma ora il primo posto comincia ad essere insidiato appunto dalla Juventus, mai messa in discussione, sebbene avesse subito una cocente sconfitta interna contro la Lazio. Tutti sappiamo che i bianconeri sono l’avversario da battere, i principali diretti concorrenti alla vittoria finale del torneo. Questa sera, nonostante le avversità dell’incontro, con un’incomprensibile espulsione rimediata dal croato Mandzukic, gli uomini di mister Allegri sono riusciti a ribaltare una gara che partiva decisamente in salita, in seguito soprattutto al vantaggio dei padroni di casa con l’altro croato in campo, Stipe Perica.
Ora Buffon e compagni sono riusciti a rosicchiare due punti dallo svantaggio iniziale e distano ad appena tre lunghezze dalla vetta. Un divario decisamente irrisorio, considerato anche la potenza della rosa a disposizione di Max Allegri.
Nella prossima giornata, a stretto giro considerato il turno infrasettimanale, sono in programma interessanti gare. Si parte martedì 24 con l’Inter che anticipa in casa allo stadio Giuseppe Meazza contro la Sampdoria di mister Giampaolo che proprio ieri pomeriggio aveva strapazzato il Crotone di Davide Nicola con un sonoro 5-0. Un match delicato, da non sbagliare, per non perdere la scia del Napoli. Al termine di questa importante sfida, le altre due squadre del terzetto di testa potranno fare “calcoli” e programmi. Vero è che entrambe saranno impegnate in gare relativamente probitive. Gli azzurri mercoledì sera saranno di scena al Marassi di Genova contro i gemelli rossoblu di mister Juric, che proprio questo pomeriggio sono riusciti a strappare un prezioso 0-0 contro il Milan, smuovendo una precaria classifica con appena 6 punti in nove giornate, frutto di una vittoriatre pareggi e ben cinque sconfitte, restando comunque impelagata nella “zona rossa“. La Juventus, invece, ha una gara abbordabile in casa all’Allianz Stadium contro una Spal che è la penultima forza della competizione, con all’attivo soli cinque punti, frutto di una sola vittoriadue pareggisette sconfitte, tra le quali l’ultima, in ordine di arrivo, proprio quest’oggi, in casa per 0-1 contro il Sassuolo nel derby emiliano. Una vittoria facile da conquistare, almeno sulla carta. Anche se, talvolta, i bianconeri sono riusciti da soli a complicarsi la vita in partite del genere
Bisogna prestare particolare attenzione anche alla sorprendente Lazio impegnata questa sera in casa contro il Cagliari, come già anticipato all’inizio dell’articolo. Una vittoria consentirebbe agli uomini di Simone Inzaghi di riagganciare la Juventus al terzo posto, entrando con prorompenza nel discorso scudetto. È vero, siamo solo all’inizio, ma questi dati rappresentano indizi incontrovertibili sull’andamento del campionato di Serie A per la stagione 2017/2018.

Leggi anche:  Napoli, Lozano fa la storia: gol più veloce nella storia degli Azzurri
  •   
  •  
  •  
  •