Conte-Agnelli che scintille! L’ex Juventus va al Milan per vendicarsi?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
conte

Conte-Agnelli, c’eravamo tanto amati

Conte-Agnelli, botta e risposta. Non si erano lasciati bene, questo era chiaro a tutti. Antonio Conte e Andrea Agnelli non perdono occasione per punzecchiarsi a distanza. Stavolta la polemica è stata innescata dalle parole del presidente bianconero all’assemblea dei soci con cui ha elogiato Massimiliano Allegri:Con la sua caparbietà e capacità ha portato avanti un lavoro che per altri sembrava terminato”.  L’ex allenatore della Juventus ha replicato via Facebook:Nella vita non si finisce mai di conoscere le persone… A volte basterebbe un minimo di riconoscenza. E di maturità”. Sono passati più di tre anni e mezzo dall’improvvisa separazione tra Conte e la Juventus, ma evidentemente la ruggine è rimasta. Dopo tre scudetti consecutivi Conte lascia i bianconeri dopo pochi giorni dall’inizio del ritiro e la Juventus ingaggia in fretta e furia Max Allegri. Sembra la fine del ciclo juventino e invece il Conte Max vince altri tre scudetti, tre Coppe Italia , due Supercoppe italiane e disputa due finali di Champions League.

Leggi anche:  Milan, Ibrahimovic si difende: “Non sono un razzista”

Conte dopo la Juventus è stato c.t. dell’Italia per due anni, per poi andare a vincere la Premier League con il Chelsea. Tutti contenti? Neanche per sogno. Conte e Agnelli hanno continuato a beccarsi a distanza, facendosi anche qualche dispetto. Soprattutto quando l’ex allenatore della Juventus è stato in nazionale, facendo qualche velenosa polemica sui giocatori impegnati in nazionale. L’amore tra i due è finito da tempo, sono lontanissimi i tempo in cui il presidente juventino difendeva a spada tratta il proprio allenatore impelagato nel calcioscommesse. Magari Juventus e Chelsea si incontreranno in Champions League per risolvere una volta per tutte la diatriba Conte-Agnelli. Sempre che l’ex tecnico juventino non torni in Italia…

Conte al Milan per vendicarsi della Juventus?

Bonucci, la Puma e la voglia di rivalsa contro la Juventus. Tre indizi fanno una prova e potrebbero portare ad un futuro milanista per Antonio Conte. L’ex allenatore bianconero era già stato cercato dal Milan nella primavera del 2014. L’allora presidente Silvio Berlusconi (che ieri è tornato a interessarsi delle vicende societarie rossonere) voleva Conte per risollevare le sorti del diavolo. Fu proprio Andrea Agnelli a stoppare la corte milanista confermando l’allenatore sulla panchina della Juventus. Qualche mese dopo arrivò la brusca separazione tra Conte e i bianconeri. Da allora i rapporti tra l’ex capitano juventino e Agnelli si sono decisamente deteriorati.

Leggi anche:  Juve Stabia Casertana 0-2: Turchetta e Castaldo gol, Vespe ko al Menti

Conte in cuor suo pensa di tornare in Italia, una volta terminata la sua esperienza al Chelsea. Il nuovo Milan cinese sarebbe un’ottima opportunità per lui di dimostrare al suo vecchio presidente di saper vincere anche in altre squadre italiane. Con Montella pericolante e con l’aria pesante che si respira per lui al Chelsea, il ritorno in Italia per Conte potrebbe essere davvero vicino. Non sappiamo davvero cosa è successo nella stanze di Vinovo in quei caldi giorni di luglio dell’addio di Conte alla Juventus. Nulla di piacevole, questo è certo. Antonio Conte e Andrea Agnelli, c’eravamo tanto amati. E come vecchi innamorati i due si lanciano continue frecciatine da ex, cose che accadono anche nel milionario mondo del calcio.

  •   
  •  
  •  
  •