Derby Inter Milan la conferenza di Montella: “Non ci sono 7 punti tra noi e l’Inter”

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Conferenza di Montella pre derby Inter Milan

E’ un Vincenzo Montella ottimista e carico quello che ha preso parte alla tradizionale conferenza stampa che anticipa gli appuntamenti di campionato del Milan. La vigilia dell’ottava giornata di campionato di serie A però non può essere considerata uguale rispetto alle altre perchè c’è un derby da preparare e da affrontare con la consapevolezza, per i rossoneri, di non poter più commettere passi falsi.
La sfida contro l’Inter potrebbe rappresentare anche un momento decisivo per la stagione del Milan che arriva al derby dopo le due sconfitte di fila in campionato contro Sampdoria e Roma che hanno allontanato i rossoneri dalle posizioni di vertice della classifica ed hanno messo in discussione la panchina di Montella. Una pressione, quella nei confronti del tecnico del Milan, che durante la conferenza di Montella è stata in più di una occasione “allontanata” dallo stesso allenatore.

Leggi anche:  Juventus, mercato ancora aperto: Tolisso il vero affare di gennaio

Conferenza di Montella, le parole del tecnico rossonero

“Vivo il derby in maniera serena ed equilibrata, con stimoli e voglia. C’è serenità, la società è stata fantastica in questo periodo. Ho visto e letto scenari e spifferi, ma so che quando vinceremo sarò bello e con gli occhi azzurri (ride, ndr) mentre ultimamente ho visto chi è sceso dal carro e chi probabilmente non ci salirà più. Sono fasi, anche la crescita passa da queste cose. E’ un derby importante per entrambe le squadre, di rinascita per i due club. Ho vissuto derby in tutta Italia e questo si respira nell’aria. E’ una pressione piacevole, dà vita e stimoli”.

Il tecnico del Milan ha poi parlato dell’Inter, dell’importante ruolo ricoperto dall’allenatore Luciano Spalletti in questa fase di ascesa della formazione nerazzurra. Per Montella, però, il distacco in classifica esistente tra le due squadre non è la giusta fotocopia dei valori delle due formazioni.

Leggi anche:  Zazzaroni: “Destabilizzare l'Inter? È in difficoltà e lo capisco”

“Non ci sono 7 punti tra noi e loro, sia per valori mostrati in campo che in prospettiva. Dobbiamo pensare a fare il Milan lavorando sui nostri pregi e pensare a vincere.Sono molto equilibrati ed esperti. Sanno alzare ed abbassare il ritmo, poi davanti hanno qualità e corsa. Dobbiamo stare attenti a non lasciargli campo e spazio, soprattutto per i cross. Rimango impressionato dalla comprensione che ha delle gare il tecnico Spalletti che è il valore aggiunto dei cugini. E’ un grandissimo tecnico, ha trovato ragazzi con la voglia di rivalsa. Noi invece giochiamo bene ma abbiamo cambiato undici giocatori. Mi auguro di poter crescere e migliorare come lui”.

Infine durante le conferenza di Montella sono stati affrontati anche i temi più caldi sotto l’aspetto del gioco del Milan, con riferimento particolare nei confronti di Suso, Bonucci, Bonaventura ed Andrè Silva.

Leggi anche:  Ziliani su Conte: "Vuole che l’Inter sia come la Juve di Moggi. Impossibile schierarsi..."

” Bonucci sta bene fisicamente e a livello di prestazioni ci aspettiamo di più. Sono però convinto che alzerà la sua prova. Ora è un momento così, al minimo errore è colpevole di tutto, ma lui è forte e sa questa cosa.  Suso e Bonaventura hanno lavorato duramente. Entrambi hanno grandi qualità e mi aspetto tantissimo da loro. Andrè Silva quando è arrivato era solo bello, non mi riferisco all’aspetto fisico, ora è anche più pratico e diretto. Pensa più al gol e sono convinto che farà bene”

  •   
  •  
  •  
  •