Esclusiva SN- Gianluca Monti: “Il Napoli ha una determinazione feroce. Mertens sempre più decisivo. Juve, Inter ….”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

Gianluca Monti è un giornalista sportivo della carta stampata strettamente legato al Napoli di Sarri. Scrive sulle pagine de La Gazzetta dello Sport dal 2009 e spesso dice la sua nelle trasmissioni radiofoniche e televisive. La redazione di Supernews lo ha intervistato in esclusiva:

Buongiorno Gianluca, come sta il Napoli dopo la vittoria di Genova? Sta funzionando il mini-turnover di Maurizio Sarri?
Il Napoli ha vinto una partita importante che non era iniziata nel migliore dei modi. Mertens è salito poi in cattedra con due reti bellissime e la squadra di Sarri ha sofferto  leggermente solo  dopo il gol di Izzo, nato in maniera quasi causale. Si è vista una squadra gagliarda, per nulla stanca e che  ha avuto un piccolo calo psicologico, comprensibile dopo aver segnato tre reti. Il mini-turnover ha dimostrato che giocatori come Chiriches, Diawara, Zielinski sono pienamente integrati negli schemi dell’allenatore toscano. Mi aspetto qualche cambio di formazione anche nella partita contro il Sassuolo e si rivedranno probabilmente in campo Allan, Jorginho e Maggio.

Cosa sta pesando nella differenza di prestazioni della squadra in campionato e in Champions? Giuntoli e De Laurentiis rinforzeranno la squadra nel mercato di gennaio?
Io credo che sia una questione di motivazioni. In campionato scende in campo un Napoli che aggredisce la partita e sembra non dare scampo agli avversari. Ha una determinazione feroce che fa capire come l’ambiente creda sempre di più all’obiettivo scudetto. Il terzo anno del ciclo Sarri potrebbe essere quello buono. In Champions la partita in casa contro il City sará decisiva per il passaggio del turno. Il tecnico toscano ha creato un gruppo di 16-17 titolari che conoscono a memoria i suoi schemi e che difficilmente potranno lasciare spazio a nuovi ingressi dal mercato. L’unico movimento in entrata sarà probabilmente l’arrivo anticipato di Inglese con l’approdo in prestito al Chievo di Milik. L’infortunio del polacco sta pesando sulle rotazioni in attacco e i tre fuoriclasse davanti sono costretti agli straordinari fino a dicembre.

Passando alle rivali, chi vedi meglio nei piani alti della classifica? Il Milan potrà rientrare in zona Champions ?
La quota punti per lo scudetto si innalzerà ancora di più e molte squadre stanno correndo sin dalle prime giornate . La Juve ha un organico molto forte e rimane sempre la squadra più pericolosa del lotto. Allegri sta cercando l’assetto giusto in difesa e sono certo che lo ritroverà presto. L’Inter è una squadra piena di ottime individualità e con un grandissimo allenatore come Luciano Spalletti. I nerazzurri hanno preso fiducia dopo le prime partite non giocate benissimo e vinte con un pizzico di fortuna. La partita del San Paolo ha dimostrato come siano pronti per lottare per i primi tre posti. Hanno una rosa un po’ corta, ma il grande vantaggio di non giocare le coppe. Le due squadre romane sono pienamente in corsa per un posto in Champions e tra le due vedo come sorpresa  la Lazio di uno straordinario Simone Inzaghi. La Roma ha perso un giocatore difficilmente sostituibile come Salah e sta avendo molti infortuni tra cui quelli di Schick e Kardorsp. Il Milan ha cambiato molti giocatori e il tifo rossonero ha riposto aspettative enormi sulla squadra dopo la campagna acquisti estiva. Credo che Montella stia pagando un po’ la pressione, ha bisogno di tempo e di maggiore fiducia nei suoi confronti. Qualche bella prestazione già si è vista e i risultati piano piano arriveranno.

Chi sono i giocatori più decisivi del campionato?
Mertens e Dybala, giocatori che possono risolvere le sfide con una giocata. Il belga diventa ogni partita sempre più decisivo, ha una classe cristallina  e sta segnando dei gol fantastici. Tra i bomber d’area  i più forti sono Icardi e Immobile: non gli puoi lasciare un metro libero che ti puniscono.

Ringraziandoti per la disponibilità, chiusura sulla nazionale di Ventura: riusciremo a battere la Svezia nello spareggio?
L’Italia ha una discreta squadra che ha sofferto un po’ le critiche post sconfitta contro la Spagna . C’è un mix tra calciatori esperti e altri che stanno giocando benissimo nei loro club come Insigne e Immobile. Diamo fiducia a Giampiero Ventura e sono sicuro che non ci saranno grandi problemi a qualificarci per il Mondiale. Grazie a voi per l’intervista e un saluto agli amici di Supernews.

  •   
  •  
  •  
  •