Inter, in attesa della sfida di Verona, si butta l’occhio ai risultati delle big

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui

L’Inter di Spalletti in questo week-end  e’ stata “spettatrice” del campionato in attesa della partita di domani sera al Bentegodi contro l’Hellas Verona. Quali partite avranno visto con maggiore interesse i nerazzurri? Se non dessimo un occhio alla classifica e considerassimo le aspettative di inizio stagione avremmo potuto rispondere le partite delle squadre che ambiscono a un posto in Europa, e’ invece lecito rispondere, visto questo inizio di campionato, alle partite delle pretendenti allo scudetto.
Certamente Spalletti avrà seguito con interesse l’anticipo di ieri a San Siro tra Milan e Juve, partita finita 0-2 e che da una parte ha acuito la crisi del Milan costretto davvero a non perdere più ulteriore terreno ed evidenziato, se ce ne fosse stato bisogno, la forza della Juve che a giudizio di molti rimane anche quest’anno la squadra da battere.
E’ importante per una squadra come l’Inter che quest’anno vuole far bene e tornare a far sognare i propri tifosi essere consapevole della reale forza delle proprie concorrenti, in questo senso la partita di San Siro ha avuto certamente l’ultilita’ di dimostrare come la Juve sia una squadra che non conosce crisi, una squadra che partita dopo partita dimostra di avere nel dna la voglia di continuare a vincere. Importante per tutto l’ambiente nerazzurro e’ quindi rimanere con i piedi per terra ma nello stesso tempo essere consapevoli che se dopo dieci giornate la posizione in classifica lascia sognare i tifosi un motivo deve esserci.
L’altra partita che certamente i nerazzurri avranno voluto seguire sarà stata Napoli-Sassuolo, sfida che sulla carta non avrebbe dovuto mettere in difficolta’ gli uomini di Sarri e che infatti si e’ conclusa con la vittoria dei partenopei per 3-1. Primato in classifica confermato quindi per Mertens e compagni, la forza inarrestabile di questo Napoli deve far apprezzare ancor di più il pareggio importante conquistato dai nerazzurri al San Paolo.
Due squadre che l’Inter osserva a distanza naturalmente sono le due romane, non ci sono più parole per i biancocelesti che non smettono di stupire, loro la vera sorpresa di questo campionato, vittoria sonora per 5-1 contro il sempre più “isolato” in classifica Benevento, positiva anche la marcia della Roma di Di Francesco che con la terza vittoria consecutiva per 1-0 sta mandando, nonostante le prestazioni non siano esaltanti, un messaggio chiaro alle squadre più avanti in classifica.
La partita di domani rappresenta una tappa fondamentale soprattutto per la “tenuta psicologica” dell’undici di Spalletti. La partita vinta contro la Sampdoria ha mostrato sessanta minuti di grande calcio e dopo un black out che stava per compromettere il risultato che per tre quarti della partita non era mai stato messo in discussione.
Il Verona e’ una squadra che dopo gli ultimi passi falsi e considerando le vittorie di Crotone e Spal deve cercare punti per non rimanere in fondo alla classifica ma soprattutto per interrompere un trend negativo delle ultime partite, la partita di domani quindi per Spalletti non sarà semplice, se si vuole per davvero recitare il ruolo di pretendente allo scudetto non sono ammessi cali di tensione, non sono ammesse interpretazioni del match in stile “pazza inter”, i tifosi sono legittimati a sognare, la partita del Bentegodi ci racconterà se potranno continuare a farlo.

Leggi anche:  Probabili formazioni Fiorentina Crotone: ecco le scelte di Prandelli e Stroppa
  •   
  •  
  •  
  •