Inzaghi & Inzaghi, due fratelli al comando. Lazio e Venezia sempre più in alto

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
inzaghi

Inzaghi power, momento magico per Simone e Pippo

Inzaghi power, Simone e Pippo sempre più in alto. Uno è ai vertici della serie A da più di un anno, l’altro è in testa al campionato di serie B con una neopromossa. In casa di Inzaghi il momento è di quelli d’oro sia per Simone che per Pippo. Il primo ormai non è più una sorpresa. Dopo l’ottima stagione passata e la vittoria in Supercoppa sta portando la Lazio sempre più in alto. Terzo posto in campionato e tre vittorie su tre partite giocate nel girone di Europa League. Simone Inzaghi ha anche consacrato Ciro Immobile, attuale capocannoniere della serie A. Una Lazio  che ormai gioca a memoria. Anche contro il Cagliari i biancocelesti hanno dominato la partita, lasciando le briciole agli ospiti. Quattro vittorie consecutive, sei se si conta anche l’Europa League. Dove può arrivare questa Lazio? Nessun traguardo è impossibile per una squadra che non smette mai di sorprendere. La vittoria a Torino contro la Juventus, dopo 15 anni, è stata un’ulteriore iniezione di fiducia per un gruppo ben plasmato da Inzaghi.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Juventus-Spal: streaming gratis e diretta tv in chiaro Rai 1?

Pensare che nell’estate del 2016, Simone era destinato alla panchina della Salernitana. Lotito aveva scelto Bielsa come allenatore della Lazio dirottando l’ex centravanti biancoceleste in Campania. Il destino, e le bizze dell’allenatore argentino hanno portato Simone Inzaghi sulla panchina laziale. Evidentemente era scritto nelle stelle che il più giovane dei fratelli Inzaghi dovesse arrivare a consacrarsi con la squadra con cui ha vinto anche uno scudetto da giocatore. Ora dopo tanti anni si torna a sognare in grande dalle parti di Formello, con questa Lazio nessun traguardo è precluso in partenza.

Inzaghi power, Pippo primo in serie B con il Venezia

Gli allenatori in casa Inzaghi sono due. Dopo la delusione con il Milan, Pippo sta ricostruendo la sua carriera da tecnico a Venezia. Dopo aver riportato i lagunari in serie B, ora Superpippo sta facendo sognare il grande salto ai tifosi veneziani. Siamo ancora all’inizio di un torneo lungo e massacrante come quella cadetto, ma intanto il Venezia è primo in classifica. Se da giocatore Pippo Inzaghi viveva per il gol, da allenatore pensa prima a non prenderle. La sua squadra ha la miglior difesa della serie B. Una retroguardia solidissima, guidata da un vecchio bucaniere come Maurizio Domizzi. Il 3-5-2 di Inzaghi prevede difesa solida, tanta corsa sugli esterni e attaccanti che si sacrificano. Superpippo si rifa un po’ ad Antonio Conte, suo amico ed ex compagno nella Juventus.

Leggi anche:  Dove vedere Brescia-Monza: streaming e diretta tv Rai Sport o DAZN?

Dopo la sciagurata stagione al Milan, Pippo ha avuto il coraggio di ripartire dalla serie C. Un progetto ambizioso quello del Venezia di Tacopina. Una città sogna al fianco del suo allenatore e dei suoi ragazzi. Come detto la serie B è un torneo lungo e massacrante. Se a gennaio il Venezia sarà ancora lì, in alto, la società dovrà intervenire per continuare a sognare una serie A che in laguna manca dal 2002. Inzaghi sa che il cammino è lungo e tortuoso, ma se i suoi giocatori avranno metà della sua voglia di calcio allora Venezia può davvero sognare qualsiasi traguardo.

  •   
  •  
  •  
  •