Isis, altra minaccia per i Mondiali 2018 con Messi ucciso e Neymar in lacrime (Foto)

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui


I Mondiali di Russia 2018 sono diventati un obiettivo dell’ISIS. Il sedicente stato islamico, da giorni, sta pubblicando macabri fotomontaggi con i giocatori simbolo dell’evento torturati o addirittura morti.

L’ultima foto pubblicata dai miliziani islamici ritrae un attentatore in piedi accanto a Neymar che sta per essere giustiziato con Messi già accasciato a terra morto. La Russia è già stata bersaglio di un attacco terroristico e i mondiali sono un obiettivo sensibile. Siamo sicuri che si prenderanno i provvedimenti necessari per scongiurare ogni eventualità e per controllare tutti i tifosi (e non) che cercheranno di accedere agli stadi che ospiteranno i vari match della competizione. Ovviamente c’è paura, è innegabile: ormai l’ISIS ha ottenuto ciò che si era prefissato, ossia la diffusione del terrore su larga scala in tutto il mondo. Se anche gli eventi sportivi non sono più sicuri, siamo davvero sotto attacco.

Leggi anche:  Serie D, Cavese-Real Aversa 1-0: Diaz decide il match allo stadio Lamberti

La speranza è che un Mondiale di calcio possa essere un momento di aggregazione, di unione e di forza reciproca. Il calcio deve essere uno sport che unisce e l’evento più importante concernente il pallone, il Mondiale, deve essere un’occasione per riunire popoli e genti per combattere anche questo tipo di minacce insensate e inammissibili che mettono a repentaglio la vita di persone innocenti.

  •   
  •  
  •  
  •