Juventus, Allegri in conferenza: “Dispiace non ci sia Bonucci. Con il Milan non è mai una gara come le altre”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui
L'allenatore della Juventus Allegri

L’allenatore della Juventus Allegri

E’ un Massimiliano Allegri sereno quello che è intervenuto in conferenza stampa a Vinovo, alla vigilia del match contro il Milan. L’ex allenatore rossonero ha rilasciato le seguenti parole a proposito del momento della sua Juventus, del passaggio del turno di Champions League e dei troppi gol subiti dalla difesa non più imperforabile come un tempo: Milan-Juventus non sarà mai una sfida come le altre. Il nostro umore è buono e adesso siamo concentrati sulla partita di domani. Mercoledì mi sono arrabbiato perché abbiamo commesso troppi errori tecnici che la Juventus non si può permettere e contro il Milan sarà un match difficile dato che loro lotteranno fino alla fine per centrare il quarto posto in classifica. Mi darebbe fastidio non vincere la partita di domani per i tre punti che andremmo a perdere così come è successo l’anno scorso a Milano, sia contro lo stesso Milan, sia contro l’Inter. Alla fine la differenza tra noi ed il Napoli sono i due rigori che abbiamo sbagliato ultimamente, dobbiamo migliorare soprattutto sotto l’aspetto della concentrazione per rimanere attaccati al gruppo delle squadre di testa.
Domani sarà un bel test, anche se la partita fondamentale sarà quella di martedì a Lisbona perché come già detto contro il Milan saranno importanti i 3 punti, ma siamo solamente ad ottobre, mentre il primo obiettivo della stagione, ovvero il passaggio del turno, sarà perseguibile già dalla sfida di Champions tra 4 giorni. Mi spiace che Bonucci non sia della partita perché sarebbe stato bello rivederlo in campo dopo i 7 anni trascorsi qui alla Juventus.
Ancora la formazione non l’ho decisa però sono soddisfatto di come Bernardeschi si sia inserito e di come Douglas Costa stia migliorando sensibilmente anche sul binario di sinistra.”

Poi sul tema gol fatti e gol subiti, Allegri dice: Bisogna trovare l’equilibrio, i campionati si vincono grazie alle difese. Ci vuole tempo, anche per assemblare la squadra, dato che noi abbiamo cambiato ben 8 giocatori, mentre il Napoli non ha cambiato nulla, ma non si tratta di una questione di moduli, dato che gli schemi si fanno in campo quando ci si passa il pallone. Con la Lazio avevamo in campo Cuadrado, Mandzukic, Higuain e abbiamo perso pur avendo fatto una buona partita, a causa dei cali di tensione che non dovrebbero esserci ma sono un qualcosa che si potrà migliorare durante la stagione solamente lavorando. Serve molta autocritica che ti spinga ogni giorno a voler migliorare, tutti dovremmo avere lo stimolo di voler crescere. I miglioramenti si vedranno nel corso del tempo, ma solamente lavorando duramente sulle cose che sbagliamo riusciremo a migliorare la qualità del gioco e dei passaggi, nonché della fase difensiva.”

Capitolo infortuni: Sono a disposizione De Sciglio, Marchisio e Matuidi mentre Benatia domani svolgerà ulteriori esami perché sente ancora dolore, Pjaca è ancora fuori e Howedes tornerà a disposizione dalla prossima settimana.
Sicuramente De Sciglio domani non sarà titolare. Si è ripreso bene, ma ancora non è in grado di scendere in campo dal 1′.

Prima della conferenza, Allegri ha mostrato ai suoi giocatori un video dove venivano evidenziati gli errori commessi contro la SPAL nel match di mercoledì, segno che all’allenatore proprio non sono piaciuti i cali di tensione che si sono osservati due giorni fa.

Leggi anche:  Milan-Atalanta, ci sarà l'ex Kjaer sabato contro i nerazzurri? La situazione


  •   
  •  
  •  
  •