La Roma non balla e non brilla ma vince contro il Crotone. Le pagelle

Pubblicato il autore: trivano Segui

Roma-Crotone

Se è vero che la Roma non balla e non brilla, è però vero che vince e non subisce. La vittoria di mercoledì sera, 1-0 contro il Crotone con dubbio rigore concesso su Kolarov, è molto lontana dalla prestazione in Champions League della settimana precedente. Considerando il turnover varato da Di Francesco  (ben sei gli innesti ieri sera), i giallorossi ci mettono poco ad imporre il proprio gioco. Lo sprint iniziale fa ben sperare e il rigore innescato da Kolarov, sempre più leader, e realizzato da Perotti, sono ulteriori segnali che la Roma sta bene ma un’illusione. Dzeko e Kolarov se la prendo con i legni, rispettivamente traversa e palo, il resto è cronaca senza grandi emozioni. Il risveglio di Gonalons e la prima di Karsdorp oscurano le incertezze di Under (voto più basso ) che non è ancora consapevole dei suoi mezzi.

Roma-Chievo, le pagelle dei giallorossi

Allison 6
Appena la sufficenza per il portierone brasiliano, si perchè a parte essere disturbato al 35′ da Rhoden, mentre prendeva il the, nel secondo tempo ha tagliato l’erba nell’ area piccola, prima di intervenire su Simic allo scadere.

Leggi anche:  Giudice sportivo Campionato Serie A, due squalificati

Karsdorp 6,5
Voto sulla fiducia per l’olandese. Alla prima con la casacca giallorossa, spinge bene per buona parte della partita, il biondo terzino destro, si perchè adesso la Roma ne può vantare uno, si impone con la sua fisicità. Qualche piccola disattenzione la perdoniamo vista la mancanza del ritmo partita. Lascia il posto ad Alessandro Florenzi al 35′ della ripresa.

Fazio 6
Federico Julian Fazio, tra un the e l’atro con Allison, ferma l’attacco della squadra di De Nicola con nonchalance, concede poco ai calabresi e si impone con tutta la sua autorevolezza sui compagni e avversari.

Moreno 6
Fazio non è Juan Jesus e il messicano non trova subito l’intesa. Nalini e Rhoden lo fanno correre un po’ ma nella ripresa comincia a capire chi comanda in difesa, così si mette a fare quello che sa fare meglio e finisce tutto bene.

Kolarov 7,5
Morde subito l’avversario, padrone della fascia non lascia spazi al Crotone, sembra esserci il cartello ‘da qui non si passa’, a otto minuti dall’inizio sfiora l’incrocio dei pali ed è lui che al 10′ si procura il rigore che porterà la vittoria i giallorossi. Minuto 17 stoccata che centra il palo, che ancora vibra. Sul finale cala il ritmo partita e anche lui si adegua, leader.

Leggi anche:  Serie C, Juve Stabia-Taranto 3-2: doppietta di Stoppa al Menti

Nainggolan 6,5
Il ninja torna a fare quello che sa fare meglio, cioè il ninja. Instancabile trascinatore, con la fascia da capitano gestisce il centrocampo con autorevolezza e tenacia, motiva i suoi e dichiara guerra al Crotone.

Gonalons 7
Maxime conferma la crescita di forma fisica e mentale, regista assoluto nel primo tempo, nella ripresa un po’ troppo pensieroso, ma bene tutto il resto. Il risveglio del francese fa ben sperare per il futuo, alla squadra seve un pensatore.

Gerson 6
Gli manca ancora qualcosa per essere tra i top, il ragazzo si impegna quanto basta per arrivare alla sufficenza, al 29′ del secondo tempo viene sostituito da Pellegrini ( voto 6) che mostra più sicurezza e solida tempra.

Under 5
Sembra si sia smarrito nella verde prateria dell’Olimpico, mai in partita, mai concreto, mai…niente, non percepito. al 19’st Di Franceso fa entrare Defrel(voto 6)  al suo posto, che fa una mezz’ora a buoni livelli, sfiora il gol su assist di Perotti, peccato.

Leggi anche:  Pallone d'oro 2021, il vincitore è Leo Messi

Dzeko 7
Il gigante bosniaco conferma il buon periodo che sta attraversando. Difende palla, fa salire la squadra e stampa la marca del pallone sulla traversa, Cordaz lo racconterà ai nipoti. Top player peccato manchi la gioa del gol.

Perotti 7
la forma fisica gli garantiscono cross, assist, gol, riscatto. L’argentino non si mancare niente, autore di una prestazione eccellente si prende la rivincita per l’errore con l’Udinese, insaccando alle spalle del portiere calabrese, realizza il gol che vale tre punti.

Di Franceso 7
L’allenatore abbruzzese sta plasmando sempre più questa Roma, anche se contro il Crotone, con tutto il rispetto, poteva pretendere di più dai suoi giocatori. Conquista comunque i tre punti importantissimi per la corsa in campionato, conderando anche una partita in meno tutto sembra andare per il verso giusto. PS : era l’unico italiano negli undici titolari.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,