Lazio, chiusa due turni la Curva Nord per insulti razzisti

Pubblicato il autore: Fabio Sala Segui
Lazio curva nord chiusa due turni insulti razzisti Duncan Adjapong

Lazio curva nord chiusa due turni insulti razzisti

Ci risiamo. Dopo 7 partite ricomincia la solfa già trita e ritrita di sempre. Chiusura di una curva per insulti razzisti verso i giocatori di colore. Questa volta è toccato alla Lazio, la quale dovrà fare a meno dei suoi tifosi per le partite contro Cagliari e Udinese.
Chiusura per due turni della Curva Nord dei biancocelesti per insulti razzisti nei confronti di Duncan e Adjapong, giocatori del Sassuolo, nella partita di domenica scorsa.
Classici buuh indirizzati ai giocatori di colore. Segno che anche quest’anno probabilmente non c’è stata uno sperato cambiamento di mentalità in questo settore.

Non sono sfottò – finché rientrano nella categoria “sfottò” nessuno dice niente. Quando però si va ad intaccare la “razza” (se riferendoci all’uomo si può parlare di razze) il comportamento è da condannare. Non esiste che ancora oggi negli stadi ci sia questo atteggiamento. Già nelle passate stagioni era scoppiato una sorta di scandalo per insulti razzisti una giornata sì e l’altra pure. Quest’anno ci auguravamo tutti che la mentalità dei tifosi fosse cambiata, ma a quanto pare siamo alle solite. Ovviamente non è la chiusura di due turni della Curva che fa smettere ai tifosi di insultare in modo razzista i giocatori. Bisogna prendere provvedimenti più seri se si vuole davvero fare un salto di qualità mentale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Novità per la Supercoppa Italiana: verrà utilizzata per la prima volta in Europa. Ecco i dettagli
Tags: