Lazio, la metamorfosi di Luis Alberto: da bidone a idolo della tifoseria biancoceleste

Pubblicato il autore: Teo Carlucci Segui


Arrivato nella sessione estiva dello scorso anno, Luis Alberto ha avuto difficoltà ad ambientarsi nella Lazio. Vedere il Liverpool lasciar andare un talento simile per soli 4 milioni di euro sembrava strano e infatti nella prima stagione il brasiliano si è dimostrato ben al di sotto delle attese.  Quest’anno invece c’e stata un evoluzione del calciatore, una vera e propria metamorfosi che ha trasformato Luis Alberto da bidone a idolo della tifoseria biancoceleste. Addirittura dopo la doppietta rifilata al Sassuolo, il calciatore è stato inserito nella Top 11 di Whoscored.com, altro traguardo che ha potuto raggiungere grazie alle ottime prestazioni di inizio stagione.

Ma questo exploit di Luis Alberto è solo merito del calciatore? Sicuramente no. Da quando sulla panchina è arrivato Inzaghi, la squadra ha trovato una nuova entità e sta dimostrando di avere carattere. Oltre al talento del calciatore e all’impronta di Inzaghi, hanno influito molto la cessione di Biglia e Keita e l’infortunio di Felipe Anderson.

Leggi anche:  Dove vedere Udinese-Atalanta: streaming e diretta tv Serie A

Nel precampionato, prima dell’arrivo di Lucas Leiva, era stato provato come regista al posto di Biglia. Successivamente con Felipe Anderson fuori è avanzato giocando come spalla di Immobile ed è lì che ha trovato la sua dimensione. Ora con il rientro di Nani e a breve quello di Felipe Anderson, la titolarità sarà precaria e bisogna capire come li fa ruotare Inzaghi per utilizzare al meglio le proprie carte.  Fatto sta che, al momento, sarà molto difficile togliere il posto a questo Luis Alberto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: