Lo stadio per Russia 2018 è troppo piccolo, ecco la singolare iniziativa per ampliarlo

Pubblicato il autore: Andrea Gravina Segui


Uno dei palcoscenici dei prossimi Mondiali di calcio che si svolgeranno dal 14 giugno al 15 luglio 2018 in Russia, sarà davvero molto particolare: l’Ekaterinburg Arena, la casa del F.C. Ural che milita nella prima divisione russa, vedrà comporsi di una tribuna che esce letteralmente fuori dalla struttura dell’impianto sportivo, quasi come un appendice estranea.
Per le nuove normative FIFA, gli stadi che ospiteranno le partite dei Mondiali devono avere almeno 45 mila posti a sedere.
La capienza dello stadio della città capoluogo dell’Oblast’ di Sverdlovsk e situata sul lato orientale degli Urali, era di soli 27 mila posti nonostante fosse stato ammodernato e ampliato tra il 2007 e il 2011.
Da qui l’iniziativa di smontare una parte della copertura laterale che circonda il catino, per ampliare la tribuna dietro una delle porte con una struttura temporanea fatta in metallo che aggiunge circa 18 mila posti in più. Una volta terminati i Mondiali poi, la costruzione provvisoria sarà smantellata e verrà ripristinata la versione definitiva.
Così facendo e con questa idea unica nel suo genere, l’Ekaterinburg Arena potrà così rispondere presente al massimo organo di governo del calcio internazionale e ai tifosi che accorreranno da tutto il mondo per assistere a parte delle 64 partite totali del Mondiale che lo stadio ospiterà.

Leggi anche:  Insigne cerca il 100° gol in azzurro ma sbaglia quello più importante
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: